Cerca

Ciao ciao arbitri inetti

Gol-fantasma,
via libera Uefa
al "falco"

Due aziende, una danese e una inglese, piazzeranno i sistemi in tutto il mondo. Debutto a dicembre al Mondiale per club

La tecnologia impiega telecamere o antenne che creano un campo magnetico
Gol-fantasma,
via libera Uefa
al "falco"

Non ci saranno più gol fantasma come quello annullato lo scorso anno al milanista Muntari, che di fatto consegnò lo scudetto alla Juventus. La Fifa ha infatti dato il via libera all'ainstallazione dei sistemi di controllo della porta in tutto il mondo. Due le ditte autorizzate: la danese GoalRef, che prevede il montaggio di dieci antenne sulle porte per creare un campo magnetico mentre nel pallone sono installati tre microchip. E l'inglese Hawk-eye, che basa il suo sistema sull'impiego di 14 telecamere (sette dietro ogni porta) che ricostruiscono l'esatta posizione della palla. In entrambi i sistemi, quando la palla varca del tutto la linea di porta, un segnale viene inviato all'orologio dell'arbitro. Il costo andrà da 150mila a 250mila dollari per ogni stadio. 

Debutto al Mondiale per club - Ciascun sistema dovrà essere testato negli stadi dove sarà installato prima di essere impiegato per partite ufficiali. Ad ulteriore garanzia, ci sarà un'ispezione finale per il controllo della funzionalità condotta da un istituto indipendente e solo dopo il suo «via libera» potrà finalmente essere usato. Secondo i piani della Fifa, il debutto delle tecnologie anti-gol fantasma dovrebbe avvenire al Mondiale per club in programma a dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ugo.m.38

    25 Ottobre 2012 - 10:10

    Sul campo troppi sbagli, troppi dubbi sull’integrità dell’arbitro, troppi furbi in campo, troppe simulazioni, per non parlare dei gol fantasma o atterramenti in area veri o fasulli. Dagli spalti, poi, lancio di petardi e oggetti di ogni genere, uso perfino del laser sui giocatori, per non parlare di tumulti, devastazioni e battaglie con le forze dell’ordine. E’ vero che con la moviola non si può interrompere il gioco, ma, ed è qui la rivoluzione, bastano solo due arbitri: un arbitro in campo ed uno con la moviola in cabina sufficienti per riformare il calcio e ridare i veri valori dello sport (onestà, sportività, lealtà,correttezza ed un gioco meno duro). Per ottenere ciò basta questa piccola regola: dare una diversa finalità al cartellino giallo e rosso, (aggiungendo il cartellino nero) non più per punire il giocatore, ma solo la squadra, ai fini della classifica, della retrocessione, del passaggio del turno. Fino ad ora: il doppio cartellino giallo ed Il cartellino rosso è st

    Report

    Rispondi

  • Peter60

    23 Ottobre 2012 - 20:08

    Ma,il segnalinee,(juventino)cosa stava guardando?!?Anche la testa di Buffon era dentro!!!Grande Juve!!

    Report

    Rispondi

blog