Cerca

Pallone in tilt

Juve-Inter a Tagliavento, l'arbitro del goal di Muntari e delle manette di Mou

E' considerato il miglior arbitro italiano. Siamo nei guai

Nicchi e Braschi dopo gli errori arbitrali di Catania hanno chiesto scusa agli sportivi italiani. Se a Torino qualcosa va storto, che faranno?
Juve-Inter a Tagliavento, l'arbitro del goal di Muntari e delle manette di Mou

Paolo Tagliavento designato arbitro di Juve-Inter da poche ore, già ci sono malumori. Siamo alle tensioni preventive. Ma sono tensioni che offono una buona immagine del clima che si respira in serie A. Giudice di gara del match clou della prossima giornata è Tagliavento di Terni. E' considerato uno dei migliori fischietti del nostro campionato, è un internazionale dal 2007 ed è stato impiegato dall'Uefa nell'ultimo europeo. Fino ad oggi ha arbitrato 10 partite, 4 in A, senza particolari problemi.

I malumori - Ma a molti non piace e la sua designazone fa discutere. Siamo nella settimana che segue il goal regolare annullato a Bergessio in Catania-Juventus, stesso match dove è stato concesso alla Vecchia Signora un goal viziato da un fuorigioco. Stefano Braschi e Marcello Nicchi, rispettivamente designatore arbitrale e numero uno dell'Associazione Arbitri, dopo la gara del Massimino hanno chiesto scusa. Però poi hanno premiato Rizzoli, uno dei principali protagonisti della debacle arbitrale di Catania, affidandogli la ribalta del Milan. Ora scelgono per il match più delicato della giornata il fischietto che non ha convalidato il goal di Muntari, la decisione più discussa dello scorso campionato. Se dovesse succedere qualcosa, potranno chiedere ancora scusa?

Partecipa al sondaggio: la designazione di Tagliavento è una scelta felice?

Il goal di Muntari - Lo scorso febbraio Tagliavento era l'arbitro del Milan-Juve: una partita che valeva lo scudetto e dalla quale partirono polemiche infinite. Il fischietto, mal consigliato dai suoi collaboratori, prima non convalidò il goal di Sunley Muntari del possibile 2 a 0 dei rossoneri (quando la sfera aveva superato la linea di porta), dopodichè annullò una rete di Matri per fuorigioco. Ma l'azione era regolare. Le polemiche detonarono soprattutto dagli ambienti milanisti. Tagliavento è tornato ad arbitrare il Milan sei mesi e una stagione dopo, in occasione dell'ultimo Bologna-Milan.

Riguarda il goal annullato da Tagliavento a Muntari

Le manette di Mou - Nel febbraio 2010 Tagliavento era di scena sempre a Milano, sponda nerazzurra. Si giocava Inter - Sampdoria: l'arbitro lasciò alla fine del primo tempo gli ambrosiani in 9, espellendo prima Samuel e poi Cordoba. In seguito avrebbe cacciato dal campo anche Giampaolo Pazzini (all'epoca ancora blucerchiato) per doppia ammonizione. Quando rifilò il giallo anche a Samuel Eto'o, reo di simulazione, lo stadio inscenò una pañolada. Mourinho, il mister nerazzurro del triplete, contestò l'arbitro in maniera dura quanto plateale: facendogli il segno delle manette.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • laghee

    03 Novembre 2012 - 13:01

    visti i sospetti circolanti , che problema c'era a far arbitrare la partita da un francese o uno svizzero ? ... forse avrebbero risparmiato anche qualche euro !

    Report

    Rispondi

  • ALFONSOVITALE

    03 Novembre 2012 - 12:12

    Ci saranno anche rocchi, rizzoli, biagianti e raccomandati vari fra i giudici di linea e quelli di porta? E poi dicono che Andreotti aveva torto. A pensar male ....... Moggi, Moggi dove sei? Anche tu ne hai COMBINATE tante ma i tuoi allievi hanno superato il maestro. Tu lo facevi sottotraccia e in incognito questi lo fanno alla luce del sole e senza vergogna. Sono intoccabili. Gli arbitri italiani anche in ambito europeo fanno solo danni. Credono di essere i migliori avallati dalla stampa sportiva che ormai è ridotta a livello di puro gossip e suddita dei potenti e faziosa. Un normale fallo di gioco diventa un fallaccio se fatto da una squadra, è una toccatina se fatto dalla squadra del cuore.Per non incavolarmi quando vedo un incontro di calcio preferisco togliere il volume.In questo modo evito di ascoltare sconcezze da parte dei pseudo telecronisti con accompagnatori.

    Report

    Rispondi

  • sidereus40

    03 Novembre 2012 - 11:11

    Calciopoli non è servita a niente! I gobbi continuano e continueranno a rubare. La prova provata è che in campo internazionale, dove non hanno influenza, non hanno mai vinto nulla.

    Report

    Rispondi

  • hesrodel

    03 Novembre 2012 - 07:07

    chissà chi ha preso il posto di Moggi al telefono!

    Report

    Rispondi

blog