Cerca

Calcio marcio che fu

Rivera, Juliano ricorda: "Combinai con lui un Milan-Napoli"

La vecchia stella del club partenopeo racconta di aver organizzato con lui e Albertosi un pareggio comodo alle due squadre. L'Abatino: "Non ricordo, ma, se faceva comodo a entrambi, non c'era neanche bisogno di parlarne"

Rivera, Juliano ricorda: "Combinai con lui un Milan-Napoli"

C'è un Napoli-Milan combinato dai suoi giocatori più rappresentativi: Antonio Juliano, Gianni Rivera ed Enrico Albertosi. Era il 1978 e oggi, a più di trent'anni di distanza, uno dei protagonisti della vicenda  viene alla scoperta. Juliano (detto Totonno, stella del club azzurro prima da calciatore, poi da dirigente) confessa di aver accomodato un pari coi rossoneri, trovando la complicità di due nomi pesanti come Rivera ed Albertosi. "Era l'ultima di campionato e con il pareggio - spiega oggi Juliano - entrambe le squadre si sarebbero qualificate alla Coppa Uefa". E pareggio fu: il Milan passò in vantaggio, il Napoli pareggiò all'ultimo minuto.

L'Abatino nicchia - Interpellato sull'episodio, Rivera dice di non ricordare di aver stretto accordi sottobanco con i giocatori del Napoli. "Ma se il pareggio ci qualificava entrambi - commenta - allora non c'era nemmeno bisogno di parlarci". Meglio due feriti che un morto, è l'aforisma con il quale Gigi Buffon ha spiegato le dinamiche con le quali nel calcio si accomodano certi risultati: regola, a quanto pare, valida nel calcio di oggi come in quello di ieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog