Cerca

Mondiale riaperto?

F1, Ferrari: "Chiarimento sul sorpasso di Vettel"

Domenicali sceglie la strada "soft": niente ricorso, solo spiegazioni. L'indiscrezione: "Per la Fia non c'è alcun caso"

Sebastian Vettel

Il sorpasso sospetto di Vettel

La Ferrari esce dall'angolo e segue una via "soft": il capo della scuderia, Stefano Domenicali, dopo aver studiato attentamente il sorpasso di Sebastian Vettel in presunto regime di bandiere gialle (il video impazzava su internet), ha deciso di chiedere un "chiarimento" alla Fia. Niente ricorso, insomma. A Maranello avevano tempo fino a venerdì 30 per avanzare un ricorso ufficiale alla Federazione, ma giovedì mattina hanno propeso per il chiarimento: "La Ferrari ha chiesto, tramite una lettera, un chiarimento alla Fia in merito al sorpasso di Sebastian Vettel su Jean-Eric Vergne nel corso del giro 4 del Gran Premio del Brasile", recita una nota diffusa dalla scuderia.

L'indiscrezione - La palla ora passa alla Federazione, secondo la quale, però, potrebbe non esserci alcun caso. L'indiscrezione è rilanciata dal sito Autosport, sempre molto informato sulle indiscrezioni relative alla Fia: "C'è un commissario con bandiera verde tra la curva 3 e la 4", viene spiegato. Secondo il sito inglese, insomma, non ci sarebbe alcun dubbio sulla legittimità del sorpasso effettuato da Vettel nel Gp del Brasile della scorsa domenica. Questa, però, non è ancora la posizione ufficiale della Fia, di cui il presidente Jean Todt è il presidente. Se Vettel venisse penalizzato, perderebbe 20 secondo sul tempo di arrivo: scalerebbe in ottava posizione e Fernando Alonso diventerebbe campione del mondo (a tavolino).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SilvanoPoma

    30 Novembre 2012 - 10:10

    La notizia sorprende perchè se si vuole cercare irregolarità ce ne sono anche da parte Ferrari. Esempio il molto sospetto guasto al cambio di Massa con conseguente sostituzione e scalata di posizioni determinanti per Alonso oppure la manovra di Massa, sempre in Brasile, che ha permesso a Alonso di sorpassare il compagno e contemporaneamente Webber. Quindi rassegnamoci: Vettel ha vinto con molto merito e Alonso ha perso con molto merito.

    Report

    Rispondi

  • claudio13

    30 Novembre 2012 - 09:09

    dolce dormire se vero dovevano contestarlo subito

    Report

    Rispondi

  • teiko

    30 Novembre 2012 - 00:12

    Che stile, la Ferrari: prima finge un guasto sulla macchina di Massa per favorire Alonso (non è vietato ma è antisportivo), poi da' l'ordine di scuderia a Massa di lasciar passare Alonso (è vietato) e infine ricorre a questi patetici mezzucci. D'altra parte, da uno come Montezemolo che prendeva soldi per presentare Agnelli alle persone, cosa vuoi aspettarti se non l'italian style più becero?

    Report

    Rispondi

  • pietropappa

    29 Novembre 2012 - 21:09

    i soliti frignoni di italiani mai capaci di perdere

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog