Cerca

La Juve esonera Ranieri

La squadra va a Ferrara

La Juve esonera Ranieri
La partita a porte chiuse con l'Atalanta (finita con un pareggio) non ha fatto altro che spalancare le porte della panchina della Juventus. Ranieri fuori, Entra Ferrara. La società bianconera ha infatti deciso (a due sole partite dalla fine del campionato) di esonerare l'allenatore. Il 2 a 2 con i bergamaschi è costato caro a Claudio Ranieri. La decisione di esonerare il mister è stata presa durante il lungo vertice in sede. La squadra sarà affidata, per queste ultime due giornate di campionato, a Ciro Ferrara. «La Juventus - si legge nel comunicato ufficiale del club - ringrazia Claudio Ranieri per il lavoro svolto in questi due anni. Al nuovo allenatore, Ciro Ferrara, va l'augurio di immediati successi».
Per Ranieri, gli ultimi due mesi alla guida della Juve sono stati da incubo: l'eliminazione dalla Champions League, quella dalla Coppa Italia (fuori in semifinale con la Lazio) e, in campionato, sei pareggi e una sconfitta. Dopo essere stata a lungo l'unica antagonista dell'Inter per la corsa scudetto, la squadra bianconera ha perso il secondo posto (superata del Milan) e ha dissipato il vantaggio sulla Fiorentina, che adesso insidia a un solo punto Buffon & compagni. La quarta posizione, per la Juve, significherebbe dover affrontare gli insidiosi preliminari di Champions League. Un'eventualità che la società vuole evitare a tutti i costi. Per questo, è arrivata una decisione estrema e insolita nella storia del club bianconero: l'esonero del tecnico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    25 Maggio 2009 - 10:10

    ...Per una Juventus di competenti...e che domenica sia tripudio con la Lazio(rivincita)... per il secondo posto !!! Cosa pensare? Dirigenza juventina..salvata sul limite dell'indecorosità e quasi allo scadere dal punto di non ritorno... questa sofferenza da parte dell'ambiente bianconero si poteva evitare soltanto si fosse intervenuti qualche settimana prima...e dopo l'esclusione dalla Coppa Italia, ci sarebbero già stati i giustificativi per esonerare Ranieri (non per altro (?)...ma per la classica "scossa") ...per aver visto in campo (con la Lazio) una Juve fuori da ogni logica. Per fortuna in Sede, qualcuno s'è ricordato che esistono gli interruttori ed ha riacceso la luce...prima che si compromettesse tutto. Finalmente uno 0 - 3 (all'ombra dei 36° di Siena) fuori casa...che dice "troppe cose"...ma ora, ci si goda questa grande possibilità di terminare al secondo posto, appartenutoci per quasi l'intero campionato. Strano finale che ritrova Milan e Fiorentina a contendersi nuovamente una miglior posizione di classifica (per evitare, questa volta, i cosìdetti "preliminari" di Champions...ma alla Fiorentina toccherà vincere con più di un gol di scarto !). Che domenica !!...questa passata...dove con questo caldo si è giocato alle 15, mentre, poi, nelle gelide serate invernali si fa giocare alle 21 !!! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    19 Maggio 2009 - 12:12

    CONI, FIGC, Società...come in un tacito accordo, hanno deciso di sottrarre a noi tifosi da stadio l'ulimo capolavoro del Tinkerman (l'ingresso di Trezeguet nella decina di minuti finale è forse stato l'ultimo "tocco" di tanta maestrìa).Ce ne sapremo fare una ragione. Quest'anno la Juve ha fatto peggio dell'anno scorso e l'infermeria sempre piena...non mi è mai "piaciuta". Domenica a Siena si capiranno "certe cose"...ma l'essenziale sarà vincere. Le TV del lunedì hanno tanto battuto che l'operazione Ranieri non è "da Juve"...ma chi non avrebbe capito che così rimanendo, le ultime due partite potevano essere altri "due pareggi"..ad essere ottimisti ? Questa operazione rimozione era da fare prima, almeno alla vigilia della partita di Milano...ma i "luminari" di corso Gal Fer, non se la sono sentita...logica ed imparzialità vorrebbe che la "mannaia" ora cadesse anche su teste più "coronate"...altrimenti sarà un gioco perdente ed a farsi male. A questo punto non rimane che una grande esortazione... Ragazzi, riprendetevi tutti i punti persi per strada !! Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • uycas

    19 Maggio 2009 - 09:09

    Ercole una volta tanto hai detto la verità, Del Piero si è dimostrato quello che è, ormai lo conosciamo tutti. Se la juve vuole cambiare è ora che si svecchi mettendo in naftalina il capitano, anche se produce molti soldi come immagine. Ho visto la stessa situazione nella mia società sportiva, dove il capitano ha fatto di tutto per mandare via l'allenatore e nei vari anni i compagni di squadra che a suo giudizio non erano all'altezza, e quando è stato accontentato, ha aspettato la prima finestra per i tesseramenti supplettivi ed ha andato in un'altra società, a noi aveva raccontato che avrebbe smesso immediatamente per problemi di lavoro, poi il giorno prima della chiusura dei termini ha voluto il nulla osta. Non per nulla è italo argentino come Camoranesi e qualcuno disse non ricordo più chi, che nello spogliatoio basta un argentino per avere casini, figuriamoci alla juve due mezzi argentini, peggio ancora. Qui è mancato il direttore sportivo, che ha lasciato il "da fare" all'allenatore responsabilizzandolo x la gestione dello spogliatoio all'inglese, ma per l'aspetto decisionale era compito di Bianco, i due presidenti e soprattutto l'errore peggiore quello di essere in balia alle scelte degli atleti più anziani che a mio giudizio non sono dei veri leaders ma capetti. Se fossero stati dei veri leaders e non avessero pensato ai loro interessi di visibilità la squadra sarebbe stata trascinata cmq verso risultati migliori. E' mancato l'allenatore in campo e soprattutto un ruolo di leaders alla Gattuso. REsto dell'idea che lo spogliatoio juventino sia diviso da almeno 1 anno, è inutile che ci raccontino che tutti adorano il capitano e che i giovani sono con lui, ho visto il contrario, i "vecchi babbioni" (passatemi il termine) contro la società, l'allenatore e gli stessi compagni mentre i giovani pro allenatore. Se è vera la voce circolata ieri che Ale, Camoranesi e 3pipe sono andati domenica sera in società sarebbe la dimostrazione di quanto da me sostenuto, ovvero i 3 messi in croce per rendimento e per attacchi nervosi hanno aspettato il momento buono per il complotto. Quanti provvedimenti disciplinari si sarebbero potuti dare e qiuanti ritiri si sarebbero potuti fare, si sono svegliati adesso. Se fossi stato Sech dopo la partita di coppa italia, avrei messo Camoranesi ad allenarsi con la primavera e non avrebbe più visto la panca della 1° squadra. Per la juve, nuovo direttore sportivo, ed un allenatore che sappia far crescere i giovani, non si può sperare che i vecchietti giochino fino a 40 anni, se poi hanno questi caratterini meglio raffreddare gli umori. Buffon è stato il più realista e quando uscì dallo spogliatoio durante la lite tra camoranesi e Ranieri, i suoi gesti ed atteggiamenti parlavano da soli. L'allenatore ideale a mio giudizio sarebbe Gentile che oltre a lavorare sui giovani lavorerebbe molto sulla difesa.

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    19 Maggio 2009 - 08:08

    Quando penso che alla Juve, al momento aleggi una sorta di incapacità e di paura osgarmica, mi ritrovo a dover far fronte all'ennesima prova del fatto che....ho ragione! Mandare via Ranieri, dopo due stagioni fatte al di sopra della rosa, che molti considerano di livello superiore a quella effettiva, dimostra l'incoerenza della dirigenza tutta! Se uno pensa che Camoranesi, Trezeguet ( ambedue da vendere e subito!), son stati praticamente fuori tutto l'anno; che sissoko son diverse settimane che è fuori, e a pioggia sparsa...Marchisio, Zanetti, de ceglie Buffon, amauri.....la lista credo che risparmi alcuni primavera! Con una sequela del genere di assenze si pretendeva la champions? o lo scudetto? Se poi ci si mette la dirigenza ad incontrare un ex di lusso, a prendere cannavaro ( anche il giorno dei morti si celebra a torino) si comprano giocatori che sino a due giorni prima erano considerati al di fuori degli schemi di ranieri, si capische che il pacchetto era bello che pronto. Veramente complimenti a degli uomini, dei professionisti che al minimo vento di burrasca butta a mare il comandante, e si tiene i mozzi. A proposito, Del Piero che non ha "alitato" nemmeno un pensiero, dimostra che anche lui come tutti i comuni mortali, aspettava l'occasione per fare le scarpe a chi ha osato metterlo fuori squadra quando era fuori forma. Con il nuovo allenatore e Diego, se verrà, ne mangerà di panchine! VERGOGNA

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog