Cerca

malumore rossonero

"Non ha più senso giocare in Italia"
Boateng, dopo i cori, lascia il Milan?

Il giocatore dopo aver lasciato il campo per i cori razzisti dei tifosi della Pro Patria ora pensa all'addio: "Valuterò con il mio agente"

"Non ha più senso giocare in Italia"
Boateng, dopo i cori, lascia il Milan?

Kebin Prince Boateng

 

Sembra che Kevin Prince Boateng voglia lasciare il Milan. Dopo il suo gesto nella partita con la Pro Patria contro i cori razzisti, in un'intervista alla "Bild" ha dato segnali di insofferenza per il calcio italiano eforse anche per il Milan. Il centrocampista ghanese confessa che “non e’ qualcosa che puoi scrollarti di dosso e basta. Ci dormiro su per le prossime tre notti e la prossima settimana incontrero’ il mio agente Roger Wittmann e vedremo se ha ancora senso continuare a giocare in Italia. Ho potuto sentire i primi versi da scimmia dopo cinque minuti – racconta – all’inizio non ho pensato nulla ma poi si sono ripetuti e sono andato dall’arbitro avvertendolo che se fossero proseguiti avrei lasciato il campo. Ha provato a calmarmi ma quando sono ricominciati i cori, allora ho pensato ‘adesso basta, non continuero’ a giocare. Avrei fatto la stessa cosa anche se fosse stata una partita di Champions contro il Real Madrid e lo faro’ sempre. Ero arrabbiato, triste, scioccato, il fatto che cose come queste accadano ancora nel 2013 e’ una disgrazia, non solo per l’Italia ma per il calcio nel mondo. Volevo mandare un segnale forte perche’ cose del genere non possono esistere, dobbiamo aprire gli occhi. Quando e’ troppo, e’ troppo, il razzismo non ha posto nel calcio”.  Boateng parla di un consulto con il suo agente. E di solito quando si chiama l'agente il segnale è chiaro: vuole dire addio alla maglia rossonera. E' curioso che scelga questo momento per annunciare una sua partenza. Boateng è molto amato dai tifosi del Milan ma sta attraversando una stagione difficile. Il suo gesto, il suo abbandono del campo per i cori razzisti ha fatto il giro del mondo e ha rilanciato l'immagine del giocatore. Ci si aspettava una denuncia sociale per quello che è successo, non una convocazione del suo agente per riflettere se rimanere o no in Italia. Se dovesse partire anche Melissa Satta dovrebbe fare le valigie. Dopo Pato che va al Corinthians ora potrebbe essere il turno di "Boa". Barbara Berlusconi e la Satta presto si incontreranno in aeroporto. Pronte a volare dai loro uomini. 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    07 Gennaio 2013 - 15:03

    Bravo, se sto africano, vuole fare l´indignato che se ne vada a rompere da un altra parte. Io mi sono sempre chiesto, se le societá di calcio sarebbero costretti, a pagare, una quota alla polizia per il controllo dei loro tifosi e per reprimere ogni follia di questi mettendo a repentaglio la vita, di quelli delle forze dell´ordine, fossero poi in grado di pagare milioni di Euro, per certi ceti, come Boateng, oppure Ibra.

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    06 Gennaio 2013 - 11:11

    Sarebbe puerile dover pensare che KPB10 possa aver esternato certe insoddisfazioni a scusante di non aver ottenuto lo spazio, che secondo lui avrebbe meritato, onde diventare leader del Milan. Tale titolo lo si conquista dapprima con i compagni di squadra, poi con la società e per ultimo deve essere percepito e riconosciuto dai tifosi. Negli ultimi due anni Kevin Prince ha molto deluso le aspettative dei supporter rossoneri. I tifosi milanisti sono una eccellenza tra le varie tifoserie. Capiscono e non fanno drammi(questo campionato si sta dimostrando una sorta di incubo). Tuttavia non si può giocare con i sentimenti e la passione dei tanti tifosi rossoneri che seguono, su tutto il pianeta, le vicende del Milan. KP Boateng è un ragazzo intelligente ed è sensibile sui problemi razziali. E' un giocatore che potrebbe diventare un indiscusso simbolo della 'gente' milanista. Torni se stesso, con i suoi tanti pregi ed i pochi difetti. Torni il 'KPB27' milanisti lo ameranno sempre di più!!!

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    06 Gennaio 2013 - 09:09

    ieri a roma si è ripetuto lo stesso rituale:hai dei consigli da dare alla società lazio riguardo a precauzioni verso i quattro pirla di roma ? le soluzioni sono altre....credimi.

    Report

    Rispondi

  • Ronin59

    06 Gennaio 2013 - 09:09

    Milioni di Italiani mangiano cacca ogni giorno e nessuno fa titoli a sensazione sui giornali.Vuoi andare a giocare in Ghana? Ciao!! Lì insultano i bianchi e tu non lo sei perciò starai sereno. Certo gli stipendi milionari che prendi qui te li scordi.. Portavo un'uniforme x lavoro, sono stato sputato, insultato per tutti i rami e le generazioni della mia famiglia e taccio sul resto..da quelli che vengono allo stadio a osannare te e i tuoi colleghi.Io e i miei colleghi però non potevamo lasciare il campo, cara la mia fighetta..Non ti faccio cori da stadio,non mi appartiene, ma una cosa te la dico caro Boateng. Ringrazia Dio ogni minuto per ciò che ti ha dato.E vaffanc...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog