Cerca

europa league

Europa League, Lazio eliminata in Bulgaria. Il Napoli batte lo Swansea

Europa League, Lazio eliminata in Bulgaria. Il Napoli batte lo Swansea

Europa amara per la Roma biancoceletse. La Lazio è stata eliminata nei sedicesimi di finale dell’Europa League dopo il 3-3 nella gara di ritorno sul campo del Ludogorets. Bulgari agli ottavi grazie all’1-0 dell’andata a Roma. Bene il Napoli, che ha faticato nel primo tempo (chiuso 1-1) con i gallesi dello Swansea, per poi dilagare nella ripresa: rotondo il 3-1 finale e qualificazione acciuffata agli ottavi. Passano il turno anche Juventus e Fiorentina che si scontreranno agli ottavi di finale. 

Lazio k.o. - La Lazio doveva recuperare lo 0-1 dell'andata all'Olimpico ed erano andati subito in vantaggio con Keita, dopo 18 secondi di gioco. I biancocelesti sono andati sul 2-0 al 54' con Perea. Vantaggio sprecato, perché i bulgari rimontano sul 2-2 grazie a un autogol su tiro di Bezjak e un gol fantasma di Zlatinski. Immediata la reazione laziale, con Klose che riporta i suoi sul 3-2 a 8' dalla fine. Poi la beffa finale, con il gol di Quixada nei secondi finali. 

Gloria Napoli - Si sorride invece al San Paolo, dove il Napoli ha battuto 3-1 lo Swansea. Lo Swansea si dimostra squadra ostica. Ma è soprattutto una squadra sprecona: tante le occasioni fallite dai gallesi nell'arco dei 90 minuti. Così il Napoli si riscopre cinico e con Higuain al 78' agguanta una qualificazione che sembrava incredibilmente complicata. Nel primo tempo, subito in vantaggio il Napoli con Insigne, ma pronta replica dello Swansea con De Guzman. Poi dominio gallese, sterile. E i padroni di casa ne approfittano con Higuain a 12' dal fischio finale. Nei secondi c'è spazio pure per il gol di Inler. La squadra di Benitez se la vedrà contro il Porto agli ottavi. 

Bene la Juventus - La Juventus ha vinto nettamente una partita che poteva avere un risultato anche più ampio a favore dei bianconeri. La squadra di Conte, ha messo subito sotto gli avversari, creando e sprecando numerose occasioni. Giovinco, molto ispirato, sulla fascia sinistra è stato il suggeritore di gran parte delle occasioni e soprattutto dei due gol: al 18’ per la rete di Vidal, al 33’ per il raddoppio di testa di Osvaldo. Pratica chiusa e nessun problema per la squadra di Conte.

Fiorentina avanti - La Fiorentina, dopo la vittoria in Danimarca aveva già la qualificazione in tasca. La partita contro l’Esbjerg non poteva essere certo giocata ad alto ritmo, visto che il campionato e il prossimo derby d’E uropa negli ottavi con la Juve richiedono molte energie. Primo tempo senza emozioni, la Fiorentina passa al 2’ della ripresa con Ilicic. I danesi si prendono la soddisfazione di strappare un pareggio segnando l’1-1 in pieno recupero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog