Cerca

La bomba scagliata da Bloomberg

"Il Milan non è in vendita", la smentita da Silvio Berlusconi

"Il Milan non è in vendita", la smentita da Silvio Berlusconi

"No, no, no". Ha esordito così Silvio Berlusconi alla notizia fasulla sulla vendita del Milan. Dopo la clamorosa indiscrezione arrivata dall'agenzia economica Bloomberg, il presidente rossonero ha precisato che il club lombardo non va toccato.

"Silvio Berlusconi cerca acquirenti per il Milan" - Questa la bomba scagliata da Bloomberg, subito smentita da Fininvest. Secondo quanto detto dall'agenzia economica, la banca d’affari Lazard avrebbe inviato un documento a potenziali compratori indicando anche un prezzo di una delle due squadre più titolate in assoluto a livello mondiale: 945 milioni di dollari, pari a circa 690 milioni di euro. I possibili compratori - sempre secondo Bloomberg - non sarebbero stati identificati, in quanto ritenuti a trattare in via riservata. Le indiscrezioni dagli Stati Uniti non hanno trovato conferme in Italia, dove invece sono state smentite, attraverso una nota ufficiale di Silvio Berlusconi.

Ma chi potrebbe comprare il Milan? - Dopo la smentita, non sono comunque mancati i commenti su quali sarebbero i possibili acquirenti, nel caso di una reale vendita del club rossonero. Del resto già da qualche anno il Cavaliere scruta con attenzione il mondo arabo: ha rifiutato in passato un’offerta importante da parte dello sceicco Sheikh Ahmed Bin Saaed Al Maktoum (circa 400 milioni per acquistare il 40% della società rossonera), ma adesso i tempi sono cambiati. Un'altra la pista che porta a una quotazione alla borsa di Hong Kong senza dimenticare le tante amicizie russe di Berlusconi (fra le tanti voci degli ultimi due anni, anche contatti mai confermati con la Gazprom). Per tutte queste ipotesi c’è però un unico ostacolo: la mancanza di uno stadio di proprietà. Un impianto esclusivo per la società potrebbe diventare una sorta di calamita per attirare nuovi soci. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • crevenicu

    07 Marzo 2014 - 11:11

    Una bella manovra per affossare economicamente B.La logica sarebbe questa :si lancia il'esca-Milan in vendita.Perche?B ha difficolta' eonomiche.Le azioni Mediaset&Co. crollano e cosi' mettono nel sacco il Cav anche finanziariamente.Non si digerisce facilmente l'acquisto dei diritti tv per i prossimi campionati di calcio.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    07 Marzo 2014 - 01:01

    mmm... se ha detto così significa che vende.

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    06 Marzo 2014 - 18:06

    e' finito il tempo dei riciclaggi,spendeva tanto e con lui al governo si riciclava moltissimo,adesso che ti rivoltano come un calzino non si spende piu'. ricordatevi che prima di prendere il milan, ha bussato per ben due volte alle porte dell'inter,ma i presidenti di allora conoscendolo bene gli dissero di no,ma lui voleva una squadra a tutti i costi per riciclare il denaro e l'unica disponibile

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    06 Marzo 2014 - 18:06

    vi ricordate il ricatto dei tifosi sotto l'allora sede in via turati? o rinforzi la squadra o niente voti,ha preferito niente voti. il ricattato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog