Cerca

Mercato blaugrana

Barcellona dilemma Messi: 25 milioni a stagione o cessione. Bayern, City e Psg alla finestra

Barcellona dilemma Messi: 25 milioni a stagione o cessione. Bayern, City e Psg alla finestra

Ve lo immaginate Leo Messi senza la maglietta del Barcellona? Probabilmente no, ma secondo il quotidiano spagnolo As l'ipotesi di una cessione si fa sempre più strada. Mentre l'asso argentino continua a batter record su record (con 371 gol è il massimo marcatore della storia del Barcellona), il padre Jorge, che la settimana scorsa aveva messo pubblicamente in dubbio la permanenza del figlio in blaugrana, prosegue il suo braccio di ferro con il responsabile economico della società, Javier Faus. Seppur con un contratto fino al 2018, l'entourage della Pulce avrebbero chiesto 25 milioni netti a stagione per cinque anni. Tradotto, sarebbero 125 milioni di euro che, tasse comprese, equivalgono a quasi 250 milioni.

La cessione e il nuovo corso - Mentre l'attaccante argentino si dice convinto di volere restare con tanto di dichiarazione d'amore dei giorni scorsi, la dirigenza potrebbe cogliere la palla al balzo per rifondare la squadra per i prossimi dieci anni con la vendita del fenomeno e il risparmio sul suo ingaggio. "Finché i tifosi e i dirigenti del Barcellona mi vorranno, io resterò qui", aveva affermato pochi giorni fa Leo. Peccato che il problema non siano i tifosi, ma la dirigenza. Insomma, il dilemma per il Barcellona si fa sempre più difficile: versare nel portafoglio della Pulce 125 milioni, oppure cercare di prenderne altrettanti alimentando l'asta al rialzo tra il Monaco, dell'oligarca russo Dmitry Rybolovlev, e le due società gestite dagli sceicchi del City e Psg, quest'ultimi disposti a tutto pur di portare in Francia il quattro volte Pallone d'oro.

Offerta Bayer - Spunta una nuova pista che forse potrebbe diventare la più preoccupante per la dirigenza catalana. Messi nel calcio tedesco, destinazione Bayern Monaco.  Il club sarebbe disposto a mettere sul piatto un'offerta da 250 milioni, frutto di fatturato sempre in crescita, stadio-gioiello e Triplete della scorsa stagione. Soldi a parte, Leo potrebbe farsi invogliare da una vecchia conoscenza: mister Pep Guardiola ora sulla panchina dei bavaresi che, sulle pressioni del ct, l'estate scorsa erano riusciti a strappare ai blaugrana l'ormai ex canterano Thiago Alcantara. Senza dimenticare che Leo, uomo simbolo Adidas andrebbe nella squadra simbolo del marchio tecnico. Post scriptum: chi è il nuovo presidente del Bayern dopo le dimissioni di Uli HoenessHerber Hainer, ceo Adidas.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog