Cerca

Il ritorno sulle panchine

Trapattoni e il suo futuro in Africa: ecco le nazionali che lo vogliono

Trapattoni e il suo futuro in Africa: ecco le nazionali che lo vogliono

Lontano dalle scene calcistiche da oltre sette mesi, Giovanni Trapattoni, ex ct dell'Iranda del Nord e ex ct dell'Italia dal 2000-2004, potrebbe fare il suo rientro nel calcio internazionale proprio come commissario tecnico di una nazionale. Ma questa volta non è si tratta del Vecchio continente. Marocco, Costa d'Avorio o Algeria, tutti pazzi per il Trap. C'è l'Africa nel suo futuro. Il 75 enne allenatore italiano, starebbe ragionando con attenzione sull'ipotesi. Dovrà in breve tempo scegliere in quale paese vivere questa sua ennesima esperienza all'estero, dopo quelle quasi sempre felici con Bayern (2 volte), Italia, Benfica, Stoccarda, Salisburgo e Irlanda.

La mossa dell'Algeria - Se i conttati per allenare erano noti con la Costa d'Avorio, ignoti invece erano quelli con l'Algeria, in partenza per il Mondiale brasiliano, e con il Marocco che ha appena rinnovato i vertici della federazione e intende rilanciarsi anche con la Coppa d'Africa 2015, della quale è paese organizzatore. In vantaggio sembrerebbe essere però proprio uno dei due paesi del Maghreb. L'Algeria, infatti, avrebbe già fatto una proposta allettante al Trap: dare a Marco Tardelli, suo fedele vice sulla panchina dell'Iranda del nord, la panchina dell'Under 21. "Confermo tutto, l'Algeria mi vuole", così l'instancabile Trapattoni ha ammesso l'interesse della nazionale algerina in un'intervista a Le Buteur: "Ho ricevuto un'offerta, mi hanno chiamato per dirmi che sono interessati, ma finora c'è stato solo un contatto e niente di ufficiale. Si deciderà tutto nei mesi prossimi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zydeco

    19 Aprile 2014 - 16:04

    Vai Trap! Sei una ispirazione per tutti quelli come io che stanno invecchiando. Io sono un po' più' giovane di te, ma continuo a lavorare e sono contento di farlo. Viva la terza età' e magari anche la quarta...:)

    Report

    Rispondi

blog