Cerca

Ipocrisia e ragion di Stato

Chiellini, il ct e la morte del codice etico

Chiellini, il ct e la morte del codice etico

E ora come si comporterà Prandelli?» ci chiedevamo dopo la notizia delle tre giornate a Chiellini. Per Destro era scattato il codice etico e aveva saltato i test pre-Mondiali dopo la manata ad Astori: con Chiellini sarà altrettanto inflessibile? Non lo porterà al Mondiale? Gli basterà tenerlo fuori dalle amichevoli con Eire o Lussemburgo? Oppure, in nome della ragion di Stato, il ct farà uno strappo alla regola che ha fortemente voluto e che col passare del tempo si rivela, più che “etica”, “patetica”? «Basta con cazzotti e gomitate per prevaricare sugli avversari. Non convocherò giocatori squalificati per questo tipo di atteggiamento», aveva detto dopo il caso Destro, avvertendo chi non sa reggere la pressione. E “Chiello” è uno che si fa trascinare spesso da un uso troppo disinvolto di mani e braccia: ricordate il rigore causato in Champions a Madrid e il contatto con Ronaldo costatogli l’espulsione? In campo internazionale non aspettano la “moviola in differita”.

E non abbiamo dovuto attendere molto neppure riguardo alla scelta del ct: «Ho visto e rivisto l’azione di Chiellini: per me non è un gesto violento. Se mi aspetto critiche? Sono quattro anni che sul codice etico ci sono polemiche. Ma se vogliamo tornare all’origine, nessuno le ha fatte quando in Inghilterra diedero due giornate a Balotelli: io ero presente a Manchester, avevo visto l’azione, non la reputai violenta e lo convocai». Dunque porte aperte al bianconero e caso chiuso, come dovrebbe chiudersi qui però anche l’esperienza di un codice etico così strutturato, a totale discrezione del selezionatore, che scatta per i cattivi De Rossi, Osvaldo e Destro ma chiude un occhio per Balotelli e Chiellini in nome della ragion di Stato pallonara: comprendiamo ma non appoggiamo.

E così facendo Cesare sconfessa se stesso e il giudice sportivo, anche se la “moviola in campo differita” all’origine di tutto il polverone continua ad essere utilizzata erroneamente, un unicum italiano che rasenta i tratti del mostro giuridico. E non c’entra la faziosità: la “moviola differita” è assurda, lo avevamo già detto per Destro, lo ripetiamo per Chiellini. la Procura Figc guidata da Stefano Palazzi ha rivisto le immagini di Sky e segnalato il colpo dello juventino a Tosel. Il quale ha stangato Giorgio: tre giornate, da regolamento, per «condotta violenta», a differenza di quanto ritiene il ct. Tre turni anche se pure stavolta l’arbitro, Russo, aveva visto e sanzionato l’episodio. Sbagliando, perché aveva ritenuto che “Chiello” avesse «creato ostacolo con il corpo» e non con il «gomito sinistro» (come precisa in una mail inviata a Tosel alle 16.54 di ieri): però aveva comunque visto un’azione irregolare e concesso la punizione ai giallorossi. In qualsiasi altro Paese finisce lì. Invece Tosel, grazie alle assurde leggi sportive italiane, può sconfessare il «suo» fischietto, usando la moviola a scoppio ritardato che, se veramente avesse un’applicazione standard e diffusa, potrebbe far riaprire casi di gol fantasma, rigori non dati, fuorigiochi e mille altre situazioni. Basterebbero le immagini giuste (che potrebbero anche scomparire al momento giusto) e ci sarebbe l’intero campionato sub iudice.

Confondere “moviola” e “prova tv” è lecito al bar, non nel Palazzo. Invece l’equivoco persiste. L’obiezione più comune alla “moviola in campo” è che snaturerebbe il calcio: ma con la “moviola differita” che smentisce gli arbitri siamo già arrivati al ct che smentisce il giudice sportivo. Due codici, due misure: non è forse peggio?

di Tommaso Lorenzini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ninolorenziniiol.it

    13 Maggio 2014 - 21:09

    Prandelli sei lo specchio della cultura italiana, sei servile verso la Rubentus, faresti una super carriera nella magistratura. Se porti quel falloso di Chiellini al modiale, spero che alla prima partita venga espulso per tutta la Coppa. Non meriti essere il ct della nosra nazionale. Vedrete chi sarà il prossimo allenatore della Rubentus, il cognome commicia per P e finisce per randelli.

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    13 Maggio 2014 - 19:07

    Solita pagliacciata antijuve, e ci tocca anche sentire dei beoti che parlano di favoritismi alla Juve. Bruciava il golletto al 94°, vero? e tutta la domenica sportiva a parlare solo del fallo di Chiellini, che schifo, che pena. Tre turni per uno spintone sulla punizione. ma guardatevi le migliaia di punizioni del campionato, è tutto uno spingere e sgomitare; so che rosicate, ma un po' di contegno

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    13 Maggio 2014 - 16:04

    come al solito per la rubentus la legge è meno uguale degli altri!

    Report

    Rispondi

  • GRISO59

    13 Maggio 2014 - 15:03

    Prandelli ha messo una cazzata (codice etico) ed e' caduto in una cazzata. falsa correttezza sempre e solo una presa in giro Destro uori perche si puo' fare senza Chiellini no perche' non si puo' fare senza. Siamo alle solite. Buffoni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog