Cerca

Super Colchoneros

Spagna, l'Atletico Madrid pareggia con il Barcellona e conquista la Liga: Simeone nella storia

Spagna, l'Atletico Madrid pareggia con il Barcellona e conquista la Liga: Simeone nella storia

Una stagione che, anche se finisse così, sarebbe da incorniciare. L'Atletico Madrid pareggia 1-1 in casa del Barcellona secondo e sale sul tetto di Spagna, in attesa di provare a farlo in Europa sabato 24 maggio, quando affronterà in finale di Champions League a Lisbona il Real Madrid di Ancelotti. L'Atletico aveva a disposizione due risultati su tre, insomma, vietato perdere. Una partita iniziata in salita per la squadra del Cholo Diego Simeone, sotto di un gol a dieci minuti dalla fine del primo tempo, poi il pareggio e la festa: L'Atletico è campione di Spagna per la decima volta nella storia a 18 anni dall'ultima. E nel 1996, in quella squadra allenata dal serbo Antic,  in campo c'era proprio Simeone.

La partita da brividi - Al Camp Nou va in scena una sfida che sa di finale. Ai tifosi ospiti il Barcellona riserva poco più di 400 posti. Se vince il Barcellona la Liga è dei blaugrana. Per l'Atletico la partita comincia male, nel segno della sfortuna. I biancorossi perdono subito al 15' il loro bomber Diego Costa e dopo 7' Arda Turan, entrambi per infortunio muscolare che li mette fortemente a rischio per la finale di coppa contro il Real. La prima chance per il Barcellona arriva al 26' con Pedro che ruba il tempo ai centrali dell'Atletico, ma non trova la porta. Poi dopo un azione un po' confusa la palla arriva a Alexis Sanchez che tira fuori dal cilindro uno dei gol più della Liga: destro violentissimo da posizione impossibile con cui beffa Courtois sul suo palo. Una rete che regalerebbe il titolo al Barcellona. Il secondo tempo si apre con un brivido per il Barcellona: palo di Villa. Ma dopo 3' minuti è Godin a svettare su calcio d'angolo e battere Pinto. Tutto da rifare: ora l'Atletico ha di nuovo in mano la Liga. Il Barcellona è spento, un po' in confusione. Al 19', dopo una contesa in area, Leo Messi (assai deludente) infila in gol sotto la traversa: esplode il Camp Nou, ma è fuorigioco. Dopo gli ultimi assedi Barcellona arriva il triplice fischio: l'Atletico vince la Liga, ed è un capolavoro di Simeone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomo7

    18 Maggio 2014 - 11:11

    stai scherzando? ancora co sta storia, in questo caso Simeone è stato fondamentale se guardiamo i nomi dell'atletico e li paragoniamo a real e barcellona c'è da ridere.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    17 Maggio 2014 - 21:09

    Il capolavoro non l'ha fatto "Cholo" ma i giocatori. Non si è mai capito, perché dopo Helenio Herrera in Italia e nel mondo si inneggi agli allenatori. Le partite le vincono i giocatori e non viceversa.

    Report

    Rispondi

blog