Cerca

Una poltrona per 4

Allegri, Mancini, Guidolin e Spalletti per la "successione" a Prandelli

Favorito l'ex tecnico del Milan, che ha già dato prova di saper gestire "cavallo pazzo" Balotelli

Allegri, Mancini, Guidolin e Spalletti per la "successione" a Prandelli

Altri nomi, almeno tra i tecnici italiani, non ci sono. E quindi è assai verosimile che il successore di Cesare Prandelli venga scelto tra quattro nomi: Massimiliano Allegri, Roberto Mancini, Francesco Guidolin e Luciano Spalletti. Gente da 400 panchine in su. Con Allegri che è il meno esperto (per lui le partite sono 398) e Guidolin il più "navigato" a quota 992.

Oggi la Gazzetta dello Sport fornisce le "quote" dei quattro, con Allegri favorito al 35%, Mancini al 30 a pari con Guidolin e Spalletti molto staccato col 5% delle possibilità, secondo la "rosea", di sedersi sulla panchina azzurra. L'ex tecnico del Milan, 46 anni, avrebbe dalla sua la stima dell'ambiente azzurro (e in particolare dell'ex rossonero Albertini), si è già detto disposto a ridursi l'ingaggio e il suo modulo 4-3-3 è il puiù adatto a esaltare i nuovi talenti che si sono appena visti a Brasile 2014 (Verratti, De Sciglio, Cerci, Immobile). In più, il tecnico toscano ha già dato prova di saper gestire "cavallo pazzo" Balotelli.

Roberto Mancini, 49 anni, ha dalla sua una buona esperienza internazionale, avendo guidato il Manchester City e il Galatasaray; la sua candidatura piacerebbe al presidente del Coni Malagò; ha lanciato Balotelli con l'Inter ma ha poi avuto con lui un rapporto a luci e ombre. Francesco Guidolin, 58 anni, è il più esperto del poker di candidati al post-Prandelli, anche se in campo internazionale non ha praticamente risultati e in Italia ha sempre guidato club di seconda fascia. Ma proprio per questo, potrebbe essere l'uomo giusto per guidare un gruppo low cost e, visti i talenti che ha lanciato con l'Udinese, sarebbe un ottimo insegnante per i giovani. Luciano Spalletti, 55 anni, vanta una buona esperienza internazionale, avendo guidato per ben 5 dtagioni lo Zenit San Pietroburgo; le sue squadre giocano un bel calcio ma ha un carattere un po' spigoloso e ha un ingaggio pesante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog