Cerca

Chi arriva, chi parte, chi resta

Juventus, arriva Morata. Ma Vidal ha voglia di cambiare squadra

Juventus, arriva Morata. Ma Vidal ha voglia di cambiare squadra

Nuovi scenari, nuovi obiettivi di mercato, tanti dubbi. La vecchia signora cerca di ringiovanirsi e di ripartire dopo il clamoroso cambio di panchina con l’arrivo di Massimiliano Allegri al posto di Antonio Conte. Scenari societari e di mercato ancora poco chiari. Intanto, una prima pedina chiesta dall'ex Conte sta arrivando alla corte del tecnico livornese. Dalla Spagna confermano passaggio dal Real Madrid alla Juventus del giovane attaccante Alvaro Morata. Lo notizia viene rilanciata per prima dal quotidiano iberico Marcà, che cita anche dalle fonti italiane. L’ufficialità potrebbe arrivare già nella giornata di oggi: l'affare si chiude per una cifra attorno ai 18 milioni ed un controriscatto per il Blancos fissato a 36 milioni.

La difesa - Qualche notizia del mercato e della Juve che sarà, Allegri l'aveva già snocciolata in conferenza stampa alla sua presentazione. Per quanto riguarda il mercato in entrata l'arrivo più probabile è quello di Patrik Evrà, terzino del Manchester United che arriverebbe a parametrio zero. Il giocatore però sta aspettando di parlare con Allegri per capire quale sarà il suo ruolo nel progetto. Sempre per la difesa piacciono Ignazio Abate, suo vecchio pupillo dal Milan e Astori dal Cagliari. Più probabile il primo, il cui cartellino costa 8 milioni; il secondo, invece, è stato già promesso alla Lazio. Ancora in difesa l'ex allenatore del Milan avrebbe perplessità sul rendimento di Barzagli, reduce da una operazione. Infine, interessa anche Romulo del Verona che, nonostante non abbia collezionato presenze brillanti al mondiale, è comunque un prediletto del nuovo allenatore della Juve.

In mezzo al campo - Per il centrocampo si cerca un altro colpaccio. I primi rumors parlano di una Juve che avrebbe già fatto una prima serie di sondaggi con la Lazio per Antonio Candreva, giocatore capace di coprire tutti i ruoli sulla trequarti, anche se Lotito, presidente biancoceleste, ha già sparato un prezzo esorbitante: 35 milioni. Sulla fascia invece rispunta la pista del portoghese Nani, giocatore già trattato nei mesi scorsi sempre con lo United, più economico di Candreva. Poi c'è un vecchio amore che da sempre il tecnico livornese vorrebbe nella sua scuderia: Javier Pastore. Marotta starebbe sondando la situazione con il Paris Saint Germain, dal quale il giocatore vorrebbe affrancarsi. Stesso discorso per Erik Lamela, che viene però dato come più vicino all'Inter. Nel frattempo, ai bianconeri è stato offerto lo svizzero Shaqiri, esterno offensivo del Bayern Monaco. Per l'attacco l'unico nome che sta rimbalzando è quello di Lukaku, Il 21enne nazionale belga non ha feeling con lo special one, José Mourinho, e ha già chiesto al Chelsea di andarsene. Lukaku vuole però essere ceduto a titolo definitivo e la richiesta di Abramovich è di circa 40 milioni. Tanti, forse troppi.

Cessioni - Per quanto riguarda il mercato in uscita, Allegri ha già chiarito che Andrea Pirlo - nonostante i passati dissapori - non si tocca, e lo stesso vale per Vidal e Pogba, anche se il cileno inizia a mostrare segni di incertezza sul suo futuro in bianconero. Marotta, però, ha già fatto sapere che la Juve non accetterà le offerte arrivate per il centrocampista. Dal Cile, dove ha inaugurato il suo centro sportivo nel Chicureo, Vidal non sembra altrettanto sicuro: "Non posso dire se il mio ciclo alla Juve sia finito. Se resto, continuerò a lavorare bene". Nel attacco poi si continua a fare pulizia. Dopo la partenza di Vucinic destinazione Dubai, ieri è stato il momento dell'addio per un'altra punta: Fabio Quagliarella, nuovo giocatore del Torino, che tra infortuni e problemi assortiti, in bianconero, non è mai riuscito a lasciare il segno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog