Cerca

Un trionfo italiano

Vincenzo Nibali fa poker: ipotecato il Tour de France

Vincenzo Nibali

Poker per Vincenzo Nibali, ora davvero a un passo dal trionfo al Tour de France. Il siciliano ha vinto per distacco la 18esima tappa della Grande Boucle, da Pau a Hautacam, 145,5 chilometri sui Pirenei con arrivo in salita. Il corridore dell'Astana, con la sua quarta vittoria di tappa in questo Tour, ha definitivamente chiuso la corsa a tappe francese, 16 anni dopo l'ultima vittoria italiana, con Marco Pantani.

Lo scatto - Una clamorosa dimostrazione di forza, quella di Nibali, che trionfa senza nemmeno dare l'impressione di far fatica. L'attacco decisivo arriva a 9,7 km dalla vetta: lascia sul posto Chris Horner e si lancia all'inseguimento di Nieve, che viene raggiunto a 8 km dalla fine. Da quel momento in poi è un monologo del corridore italiano. Chiude primo, alle sue spalle, con 1'10 di ritardo, il francese Pinot, il polacco Majka, il francese Peraud e lo statunitense Van Garderen. Valverde chiude staccato di 1'58'' e scende in quarta posizione, alle spalle di Pinot, secondo ma con un ritardo di 7'10'.

Il "padrone" - Dopo questa vittoria, anche Nibali ammette che sì, ora ha vinto. "Sono il padrone del Tour? Sì, il vantaggio è importante e posso stare tranquillo". Il corridore dell'Astana aggiunge: "Sono contento, questa gara mi ha dato tanto. Oggi volevo questa vittoria, ho visto una squadra compatta che ha lavorato alla grande. Ci credevano più di me e dovevo ripagarli con questa vittoria. Ogni tappa ho cercato di guadagnare qualcosa, c'è da dire che quest'anno il Tour mi è sembrato molto più duro, difficile e differente. C'erano tanti tranelli, è stato un bel Tour rispetto a quello di due anni fa, c'erano più arrivi in salita".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MariaFrancy

    25 Luglio 2014 - 18:06

    In ogni caso l'indimenticabile Pantani rimane ancora oggi l'ultimo corridore in grado di fare la doppietta Giro-Tour nello stesso anno...e tra l'altro nel'98 vinse contro un certo Ullrich che si era preparato solo per la corsa a tappe francese e aveva le cronometro dalla sua...Nibali, é indubbiamente forte e più completo di Pantani ma fare paragoni con i grandi del passato non ha senso.

    Report

    Rispondi

  • alfa553

    24 Luglio 2014 - 17:05

    A me non la racconta, questo si doppia , il bello e' che gli italiani si doppino più degli spagnoli...... con gas russo? verra fuori pero.

    Report

    Rispondi

blog