Cerca

Presidente

Ferrari, per il dopo- Montezemolo spunta Sergio Marchionne

Sergio Marchionne e Luca Cordero di Montezemolo

Di sicuro - o quasi - c'è che dopo 23 anni l'era-Montezemolo a Maranello è terminata. Il caso è noto: a mettere la parola "fine", le parole di Sergio Marchionne di domenica a Cernobbio: l'avvicendamento di Luca Cordero di Montezemolo al vertice Ferrari, ha spiegato, "non è sul tavolo" ma "nessuno è indispensabile". Quindi il dito puntato per i fiaschi in Formula 1 degli ultimi anni. Ne è seguito l'amaro sfogo di Montezemolo ("Faranno diventare la Ferrari americana, è la fine di un'epoca) e, poi, l'attacco di Della Valle a Marchionne.

Ancora Sergio? - L'ad di Fca, ieri, lunedì 8 settembre, è stato a Maranello per partecipare al cda della Philip Morris, principale sponsor della Ferrari. Una buona occasione per incontrare Montezemolo e provare a chiarirsi, ma è calato il gelo e l'incontro è stato accuratamente evitato. La rottura, dunque, pare insanabile, tanto che già sono cominciate a circolare le ipotesi per il futuro presidente della Ferrari. E se poche ore fa il favorito sembrava John Elkann, ora gli equilibri sembrano essersi spostati a favore proprio di Marchionne, la cui visita a Maranello di poche ore fa, forse, significava qualcosa in più di quanto si potesse immaginare.

Faccia a faccia - Di sicuro c'è che Montezemolo e Marchionne, prima o poi, dovranno affrontarsi. Magari già oggi: il board di Philip Morris dura due giorni (ma Montez, con tutta probabilità, non resterà a Maranello anche questo martedì). L'occasione per un faccia a faccia, dunque, si sposta più in là: il giorno "x" con tutta probabilità sarà quello del consiglio di amministrazione della casa di Formula 1, in calendario da tempo per mercoledì. Insomma, non ci sarà molto da attendere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    10 Settembre 2014 - 03:03

    Marchionne non è un italiano, è bene che si sappia. E' di origini italiane, ma di nazionalità canadese! svenderà tutto agli americani. Perderemo anche l'ultimo gioiello, la Ferrari. L'Italia è alla fine della sua storia millenaria, rovinata e saccheggiata dai comunisti, che realmente comandano l'Italia dal dopoguerra.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    09 Settembre 2014 - 14:02

    Mi sembra una vera corbelleria! Marchionne è già a capo della Fca, perché dovrebbe aspirare alla Presidenza Ferrari visto che con Montezemolo si sono ottenuti risultati impensabili? perché non vince in F1? Prima di Montezemolo non vinceva da più di 15 anni, poi ha vinto dal 2000 al 2004, ha rivinto nel 2007 e nel 2008 il campionato costruttori. Nel 2010 e nel 2012 ha lottato fino all'ultima gara!!

    Report

    Rispondi

  • milibe

    09 Settembre 2014 - 13:01

    glielo auguro e me lo auguro!

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    09 Settembre 2014 - 13:01

    La passione sarà solo un lontano ricordo. La passione è quella che ha sempre sostenuto la Ferrari dalla nascita fino ad oggi. La passione era quella che portava gli Alfisti ad acquistare le macchine del Biscione per poi gareggiare in pista- ora sono passati a Mercedes, BMW e, forse, Audi. La passione è quella cosa che in Italia sta morendo, facendo morire poi tutto quello che ci ha fatto grandi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog