Cerca

Antidoping

Giallo in Procura, la Kostner non si presenta

Giallo in Procura, la Kostner non si presenta

Ha disertato l'audizione alla Procura antidoping del Coni Carolina Kostner. La pattinatrice era attesa per le 10,30 ma ha deciso di non presentarsi. Doveva rispondere di complicità e omessa denuncia nel caso del suo ex fidanzato Alex Schwazer trovato positivo all'Epo ai Giochi di Londra e squalificato fino al 2017.

Il giallo - La sua assenza è un mistero. La Kostner infatti aveva chiesto di spostare l'udienza, precedentemente fissata per le 13,30 perché impegnata in uno spettacolo a Verona e la Procura l'aveva accontentata. Ora sarà riconvocata per una seconda e ultima audizione mentre, nel frattempo, sarà redatto un verbale di audizione negativa per oggi.

Dettagli di vita - Solo qualche giorno fa, lunedì 15 settembre, la pattinatrice aveva rivelato al magistrato di Bolzano dei particolari davvero imbarazzanti sulla sua vita con il marciatore. In particolare aveva raccontato che lui di notte dormiva attaccato ad una macchina e che lei era costretta "a mettersi i tappi alle orecchie dal rumore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • primus

    19 Settembre 2014 - 19:07

    BRAVA CAROLINA, NON DEVI NULLA A QUEI CIALTRONI DI INQUISITORI DA STRAPAZZO !!!!!

    Report

    Rispondi

  • fossog

    19 Settembre 2014 - 16:04

    Costner e problemi a parte, Mi risulta che la ragazza aveva fatto presente di avere GIA' degli impegni di lavoro per il giorno della convocazione in procura.... I-POSA-CULO-SULLA-SEDIA STATALI, per me, Dovrebbero avere un Minimo di Rispetto e Cortesia per i Cittadini che chiedono solo partecipazione e collaborazione. Un posa-culo-sulla-sedia non perde nulla se aspetta qualche giorno, NO ????

    Report

    Rispondi

  • veleno57

    19 Settembre 2014 - 15:03

    Una delle accuse fatte a Carolina e` di avere detto agli ispettori del doping che Schwazer era in un posto diverso da dove si trovava in realta`. Per essere coerenti, incriminate gli ispettori per non avere fatto il loro lavoro (e cioe` controllato se Schwazer era dove Carolina aveva detto); quindi omesso controllo, e grave errore professionale. Licenziateli e levategli lo stipendio.

    Report

    Rispondi

  • txyleo

    19 Settembre 2014 - 14:02

    il Duce disse ai gerarchi dubbiosi poco prima della dichiarazione di guerra: "Gli italiani sono come le donne, salgono sul carro del vincitore".

    Report

    Rispondi

blog