Cerca

Ma resta in corsa

Champions League, la Roma ko a Monaco: dal Bayern ne prende "solo" due

Champions League, la Roma ko a Monaco: dal Bayern ne prende "solo" due

Dimostreremo che non c'è tutta questa differenza, dicevano dall'entourage della Roma prima del ritorno in Champions League contro il Bayern Monaco (dopo quel disastroso 7-0 all'Olimpico). Vero, forse tutta quella non c'è, ma i valori in campo sono chiari: a Monaco la musica cambia, ma soltanto un po'. Finisce 2-0, una gara dominata dal primo minuto dei tedeschi. Un gol per tempo, e tutti a casa. Nel primo tempo è Ribery, al 38esimo, a trovare la via della rete: pallone in mezzo dalla sinistra di Alaba, il francese arriva da dietro e insacca di precisione, calciando nell'angolino basso. Nella ripresa, con il capitano giallorosso Francesco Totti in panchina per tutta la partita, la parola "fine" al match la mette il gol di Götze: al 64esimo tocca la palla quel che basta per capitalizzare il cross di Lewandowski. Ma la Roma, nonostante la sconfitta, ha di che gioire: il Cska Mosca, in casa, dopo il pareggio dell'andata si impone contro il Manchester City, che raggranella la miseria di 1 punto nelle ultime due partite. In Russia finisce 2-1 per i padroni di casa. I giochi per la qualificazione, dunque sono ancora aperti: il Bayern domina a 12 punti, quindi Roma e Cska Mosca appaiati a 4 e infine il City, ultimo con soli 3 punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 06 Novembre 2014 - 10:10

    Avevo simpatia per la Roma ma,purtroppo,si sta dimostrando una squadretta da quattro soldi. Basta che viene un tantino aggredita e si trasforma subito in un'accozzaglia di conigli oltrtutto allenati da un signore che conosce solo uno schema di gioco:unico ed invariabile

    Report

    Rispondi

  • alvit

    06 Novembre 2014 - 07:07

    roma, squadretta di infima serie. Pensare che è quotata in borsa, oggi dovrebbe perdere almeno il 50%, ma ci saranno i burini, coatti romani, con tanto di collanona d'oro, o finto oro al collo che avranno il coraggio di sostenerla. Capisco la squadra della città, ma co ce vo', ce vo'.

    Report

    Rispondi

blog