Cerca

Combine

Bari-Lecce, per il derby truccato del 2011 risarciti i tifosi: 400 euro

Bari-Lecce, per il derby truccato del 2011 risarciti i tifosi: 400 euro

Il giudice del Tribunale di Bari Valeria Spagnoletti ha condannato ad 1 anno e 6 mesi l'ex presidente del Lecce, Pierandrea Semeraro, Carlo Quarta e a 9 mesi Marcello Di Lorenzo, ex calciatore del Bari, al termine del processo per la presunta combine che è stata organizzata in occasione del derby di serie A del maggio 2011 tra i biancorossi e il Lecce. Gli imputati sono stati condannati anche a risarcire i tifosi, la Figc Confconsumatori. Ogni tifoso (sono 276 in tutto tra Bari e Lecce), come provvisionale immediata, verrà risarcito di 400 euro. Il derby finì 2 a 0 per i giallorossi che si salvarono grazie a quei tre punti. Secondo la Procura di Bari e il giudice, il Lecce comprò la partita versando ad Andrea Masiello e ai suoi amici circa 200mila euro. Masiello fu infatti autore di un clamoroso autogol.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog