Cerca

La partita del brunch

Serie A, la Roma vince con l'Udinese, ma i friulani protestano per gol fantasma e rigore non dato

Serie A, la Roma vince con l'Udinese, ma i friulani protestano per gol fantasma e rigore non dato

A poche ore dalla netta vittoria dei cugini laziali sulla Sampdoria, la Roma si impone ad Udine con un modesto e discusso 1-0 frutto di un gol fantasma e di un colossale errore della terna arbitrale che non ha assegnato ai friulani un rigore netto per un intervento in scivolata di Emanuelson su Kone. Si è giocato alle 12:30, l'arbitro Marco Guida assegna il calcio di inizio all'Udinese che attacca i giallorossi con la coppia Di Natale e Geijo. La Roma sa di dover vincere per agganciare la Juventus in testa alla classifica e restare nella sua scia, così Rudi Garcia schiera in attacco il tridente formato da capitan Totti, Iturbe e Ljajic. Inizio scoppiettante per gli ospiti che concretizzano il possesso palla con un gol segnato da Astori di testa al 17° su punizione di Totti. Il pallone scheggia la parte bassa della traversa e rimbalza prima a terra e poi tra le braccia del portiere Karnezis. L'ombra del gol fantasma aleggia sullo Stadio Friuli chi protesta dice che la palla non ha superato completamente la linea, ma le immagini del replay sembrano dar ragione al giovane arbitro. L'Udinese cerca di rialzare la testa e prova a farlo proprio con il suo capitano Di Natale che in più occasioni sfiora il gol. Il primo tempo tra contestazioni varie termina col vantaggio dei giallorossi. Si ritorna in campo e la partita appare molto equilibrata senza eclatanti occasioni da rete da nessuna delle due parti; almeno sino al 77° quando Karnezis fa un miracolo sul tiro di Iturbe. Girandola di cambi tra cui anche l'infortunato Ljajic che a 10 minuti dalla fine chiede di essere sostituito; al suo posto Emanuelson. Proprio quest'ultimo rischia di fare il pasticcio a pochi minuti dalla fine atterrando in area di rigore Kone. L'arbitro Guida però, tra gli sguardi attoniti ed increduli dello staff bioanconero non assegna il penalty e lascia continuare. Assedio dell'Udinese che concede così qualche contropiede mal sfruttato dallo stesso Emanuelson prima e da Florenzi poi. A nulla servono anche i 5 minuti di recupero, vince la Roma che agguanta la Juventus a quota 39.

 

Classifica: Juventus 39; Roma 39; Lazio 30; Napoli 27; Sampdoria 27; Genoa 26; Milan 25; Fiorentina 24; Udinese 22; Palermo 22; Inter 21; Sassuolo 20; Empoli 17; Torino 17; Verona 17; Chievo 16; Atalanta 15; Cagliari 12; Cesena 9; Parma 6.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • primus

    06 Gennaio 2015 - 19:07

    Roma ladrona su tutti i fronti, coop, assenteisti e perfino il calcio, le lacrime continue del mister Garcia hanno intenerito gli arbitri e questi sono i risultati !!!!

    Report

    Rispondi

    • BER40

      07 Gennaio 2015 - 00:12

      mentre i piagnistei degli rubentini non hanno intenerito Banti....che stia cambiando qualcosa?

      Report

      Rispondi

  • andrea120374

    06 Gennaio 2015 - 17:05

    Commento neutrale: dalla foto pubblicata come si può dire gol fantasma??? La palla è dentro! Mi spiace chi ha subito gol ma cavoli si vede benissimo, certo così è facile a velocità normale un po meno.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    06 Gennaio 2015 - 14:02

    se vinceva la juventus così,ma lo sai quante polemiche?

    Report

    Rispondi

    • rodneymoore

      06 Gennaio 2015 - 19:07

      giá fatto molte, molte volte

      Report

      Rispondi

blog