Cerca

Calcio

Serie A: Napoli-Juventus 1-3

14

La Juve risponde alla Roma, che con il pareggio per 2-2 nel derbi della Capitale, aveva messo il naso davanti di un punto nella classifica del campionato di Serie A. Nel posticipo serale al San Paolo, i bianconeri battono il Napoli per 3-1 allungando a tre punti la loro leadership. Primo tempo non particolarmente emozionante: meglio i bianconeri, che al 29' passano in vantaggio con un gol pazzesco di Pogba. Tevez serve in area Llorente che spalle alla porta sponda nuovamente per l'argentino che, però, si ostacola con lo spagnolo. La palla si impenna in area e termina dalle parti del francese, che scarica al volo di destro sul palo più lontano. Rafael la tocca, ma non la devia. Eppure i padroni di casa avevano avuto con De Guzman la ghiotta occasione di passare in vantaggio, ma il canadese si è divorato il gol solo davanti a Buffon calciando alto.

Il pareggio azzurro arriva nella ripresa, al 19' con Britos: corner da sinistra battuto da Mertens, Britos prende il tempo a Chiellini e col piattone sinistro infila Buffon. La gioia partenopea dura però solo cinque minuti, perchè al 23' lo stesso Britos viene ammonito per un fallo di mano a 25 metri dalla porta di Rafael: batte Pirlo sul secondo e la palla arriva a Caceres che dopo aver ricevuto in netta posizione di fuorigioco appoggia in rete. I sei minuti di recupero offrono emozioni al cardiopalma: a due minuti dal 96' una conclusione sporca di Higuain in area viene deviata e finisce fuori di meno di mezzo metro alla sinistra di Buffon. Calcio d'angolo, la difesa della Juve allontana e, col Napoli tutto sbilanciato, il pallone arriva a Vidal che fulmina Rafael. Napoli a 13 punti dalla vetta e ormai definitivamente fuori dalla lotta scudetto.

"Ci siamo stancati! La Juve è una squadra forte, se è anche aiutata dagli arbitri diventa imbattibile. È inammissibile che con 6 arbitri non si vedano 2 giocatori in fuorigioco. O è malafede o è incompetenza. Questi 6 arbitri devono restare fermi a lungo" è stato il commento a caldo su Twitter del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis.

Classifica della Serie A dopo la diciottesima giornata: Juventus 43 punti: Roma 40; Lazio 31; Napoli e Sampdoria 30; Fiorentina e Genoa 27: Milan 26; Inter e Palermo 25; Sassuolo 24; Udinese 23; Verona 21: Torino 19; Chievo ed Empoli 18; Atalanta 17; Cagliari 15; Cesena e Parma 9.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • debant

    12 Gennaio 2015 - 21:09

    De Laurentiis vergognati. Non ricorda il gol di Callejon? Allora che erano quei 6 arbitri? In malafede?. Eppure era un fuorigioco sesquipedale, mentre Caceres non era in fuorigioco e Chiellini, regola e raccomandazioni UEFA, era in posizione passiva. Pensi piuttosto a rifare una squadra competitiva e non a lucrare sui migliori giocatori che aveva. La deve smettere di offendere e ben ha fatto Bonuc

    Report

    Rispondi

  • antari

    12 Gennaio 2015 - 20:08

    ancora una volta la Juve ha rubato. Secondo me non ha imparato nulla dall'esser mandata in B.

    Report

    Rispondi

    • carlooliani

      13 Gennaio 2015 - 08:08

      Come asino potresti essere più intelligente. Anche gli asini hanno scuole differenziali?

      Report

      Rispondi

  • giomagliu

    12 Gennaio 2015 - 16:04

    Bellissimo!!! I centimetri (o...millimetri...) contano, eccome, se si tratta di dare contro alla Juventus...Non contano, evidentemente, quando ci sarebbe da dare conro a squadrette tipo Roma, Inter, Milan...non e' vero? Chi non sa perdere dovrebbe giocare a briscola non a calcio!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media