Cerca

France Football

Sfuma il sogno di Neur, a Ronaldo il pallone d'oro 2015

Sfuma il sogno di Neur, a Ronaldo il pallone d'oro 2015

Va al portoghese Cristiano Ronaldo il Pallone d’Oro Fifa 2014. L’attaccante del Real Madrid, protagonista di una straordinaria stagione culminata con la conquista della decima coppa dei Campioni delle merengues, ha battuto la concorrenza dell’eterno rivale Lionel Messi e del portierone della Germania campione del mondo Manuel Neuer. Per Ronaldo è il terzo Pallone d’Oro, il secondo consecutivo.

Il discorso - Quando Thierry Henry ha pronunciato il suo nome, la maggior parte dei presenti, lo stesso calciatore ed anche il pubblico da casa non ci ha creduto. La maggior parte degli appassionati e addetti al settore, si aspettava la vittoria del portiere tedesco. Invece alla fine a salire su quel palco è proprio CR7. Il giocatore esprime la sua emozione, ringraziando tutta la famiglia con tanto di dedica alla compagna, alla madre al figlio, al padre deceduto e al fratello. Poi ringrazia anche tutti quelli che lo hanno invitato, il suo allenatore Carlo Ancelotti, il presidente e la squadra del Real Madrid suoi compagni di mille sfide. "Questo trofeo è unico - dichiara l'attaccante portoghese - è il mio terzo ma spero di poter eguagliare Messi già l'anno prossimo". Attestato di stima per il collega eterno rivale o forse guanto di sfida, non si può dire con certezza. Ciò che è sicuro è che Ronaldo è molto contento e alla fine del discorso lancia un urlo distensivo.

Gli allenatori - Tutti aspettavano la proclamazione del migliore giocatore del mondo, ma nell'attesa alla stessa cerimonia è stato incoronato anche il miglior allenatore. Anche in questo caso i candidati erano tre e alla fine su Carlo Ancelotti e Simeone la spunta il ct della nazionale tedesca Joachim Löw. La motivazione è semplice ed avrebbe giustificato anche l'eventuale vittoria di Manuel Neuer; quest'anno ci sono stati i Mondiali e loro lo hanno conquistato. Quando a vincere è solo uno, ovviamente c'è sempre qualcuno che resta dispiaciuto e forse Ancelotti, ci aveva creduto fosse possibile una sua vittoria, d'altronde nessuno ha fatto come lui in Champions Legue, ma il suo nome su quel palco viene fatto solo dal suo pupillo Ronaldo.

Fifa Puskas Award - Quest'anno ad incuriosire gli spettatori c'era anche l'esito della premiazione per il miglior gol. Avrebbe potuto infatti, scrivere una bella pagina di storia del calcio la calciatrice Stephanie Roche, la prima donna candidata alla vittoria di un premio di cui il monopolio è sempre stato maschile. La 25enne irlandese ha insidiato James Rodriguez e Van Persie; il premio però va al colombiano Rodriguez per la rete contro l'Uruguay al Mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog