Cerca

Coppa Italia

Il Milan perde contro la Lazio: a San Siro finisce 0-1

Il Milan perde contro la Lazio: a San Siro finisce 0-1

Il Milan fallisce il primo obiettivo di stagione che rischiava di essere anche l'ultono possibile visti i risultati e la classifica in campionato. Questa sera infatti nella partita valida per i quarti di finale della Coppa Italia i rossoneri sono stati sconfitti da una Lazio in inferiorità numerica dal 45° del primo tempo a causa dell'espulsione di Cana. 

Primo tempo - Il Milan parte bene, i giocatori sentono il peso della partita sanno che vincere vorrebbe dire molto anche per il loro allenatore e partono molto offensivi attaccando gli spazi. La prima occasione della partita però, è della Lazio, retropassaggio sbagliato di Abate e Klose per poco non ne approfitta sbagliando proprio il colpo decisivo a portiere battuto. La storia si ripete al 15° ma questa volta Abbiati anticipa ( quasi a centrocampo) Keita rinviando. Il Milan inizia a temere l'avversario e non riesce più a proporsi in aria, così gli ospiti sono liberi di amministrare la partita tranquillamente. Per i rossoneri gli unici pericolosi sono Pazzini e Menez che comunque non riescono a creare nette occasioni da gol. Intanto però arriva un rigore per la Lazio, che ringrazia il difensore rossonero Albertazzi, Biglia si incarica di batterlo e dal dischetto non sbaglia. Finisce il primo tempo con gli uomini di Pioli in vantaggio di un gol ma con un uomo in meno.

Secondo tempo - Nel secondo tempo ci si aspetta un ribaltamento della situazione ed invece i rossoneri si vedono ancora troppo poco e a nulla serve il ritorno di Honda che prende il posto di Muntari. Il Milan cerca di spingersi in avanti concedendo spazio alle ripartenze avversarie. Al 69° potrebbe arrivare la svolta ma un gol bellissimo ed apparentemente valido di Pazzini viene annullato per un presunto tocco di mano. Dieci minuti dopo è invece la Lazio a sfiorare il raddopppio ma il tiro di Keita finisce sul palo. Ultime speranze per Inzaghi, che inserisce in campo anche il nuovo acquisto Suso proprio al posto di Albertazzi. Rocchi assegna 5 minuti di recupero durante i quali arriva il secondo gol annullato al Milan; questa volta per un fuorigioco di Cerci. La partita finisce e per la seconda volta in tre giorni la Lazio batte il Milan. In molti attendevano l'esonero del tecnico e la sua sostituzione, almeno in via provvisoria, col vice Mauro Tassotti. Ma pochi minuti dopo la fine della partita, secondo quanto riportato da gazzetta.it, lo stesso presidente rossonero Silvio Berlusconi ha telefonaato all'ad Adriano galliani per dirgli che "si va avanti con Inzaghi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    28 Gennaio 2015 - 11:11

    Con una squadra così non si va da nessuna parte. Anzi no...forse in B.

    Report

    Rispondi

  • lonato47

    28 Gennaio 2015 - 08:08

    Non ha più soldi(o meglio non ne vuole spendere più) e cosi teniamo Inzaghi, Galliani (la liquidazione....) e puntiamo a salvarci dalla B

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    28 Gennaio 2015 - 04:04

    Inzaghi non centra sono i giocatori che sono una massa di Brozzi incalliti

    Report

    Rispondi

  • ingenuo39

    27 Gennaio 2015 - 23:11

    Silvio Berlusconi ha telefonaato all'ad Adriano galliani per dirgli che "si va avanti con Inzaghi". Sono d'accordo col presidente, che cosa c'entra l' allenatore quando i giocatori (giocatori, parola grossa) quando hanno la palla novanta volte su cento la passano agli avversari. Questi incapaci strapagati non sono e mai saranno giocatori da Milan. Bravo Galliani che si è fatto fregare da loro.

    Report

    Rispondi

blog