Cerca

Dopo le banane

Tavecchio, la Figc compra 20mila copie del libro del suo presidente

Tavecchio, la Figc compra 20mila copie del libro del suo presidente

Nonostante la spending review imposta dal Coni, la Figc spende e spande. Nel 2014 con 107 mila euro (più iva) ha comprato qualcosa come 20milia copie di un libro da regalare come strenna natalizia ai giovani tesserati. Niente da eccepire sul genere del regalo: la promozione della cultura soprattutto tra i più giovani è sempre una bella cosa. Quello che lascia perplessi è il nome dell'autore del libro: Carlo Tavecchio, il presidente della Figc. E sì, la Federazione Gioco Calcio il 19 novembre 2014 ha approvato all'unanimità la delibera per il pesante acquisto, ma forse rendendosi conto del polverone che sarebbe stato sollevato è ricorso ad un escamotage: nell'atto del cda viene messo il titolo del libro "Ti racconto il calcio" senza citare l'autore.

L'escamotage - "Il presidente -, si legge nella delibera pubblicata dal Fatto Quotidiano -, (ossia Tavecchio stesso, ndr) riporta le richieste promosse da alcuni Comitati Regionali e Provinciali interessati a disporre di copie del volume Ti racconto il calcio per farne dono ai giovani atleti tesserati quale strenna natalizia. Evidenziando come l' editore si sia dichiarato disponibile a garantire la fornitura delle 20mila copie ancora disponibili a soli 5,38 euro più Iva in luogo degli 11,00 indicati dal prezzo di copertina, prospetta la possibilità di dare corso alla fornitura". E poco dopo: "Il comitato di Presidenza approva all' unanimità". Quindi il libro, edito dalla Moruzzi's Group, viene acquistato con lo sconto, con tanto di beneficenza da parte dell'autore.
Tavecchio, già finito nell'occhio del ciclone per lo scivolone razzista a proprosito dei calciatori extracomunitari ("Opti Poba prima mangiava banane"), sicuramente "lo ha fatto gratuitamente", come puntualizza Claudio Lotito con Valeria Pacelli, ma di certo sarebbe cosa buona e giusta che qualcuno spiegasse per quale ragione la Figc decide di comprare ventimila copie di un libro scritto dal proprio presidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto2312

    07 Febbraio 2015 - 08:08

    Questa è la nostra classe dirigente,in tutti i campi. Ladri ,estorsori e soprattutto, incapaci.

    Report

    Rispondi

blog