Cerca

Frainteso

Leonardo Perez segna con la maglia dell'Ascoli e festeggia sotto la curva con il saluto romano: "La politica non c'entra"

Leonardo Perez segna con la maglia dell'Ascoli e festeggia sotto la curva con il saluto romano: "La politica non c'entra"

La curva lo ha già ribattezzato: "Il saluto del soldato Perez". Il suo nome è Leonardo, attaccante dell'Ascoli Calcio, Lega Pro. Domenica 22 febbraio ha segnato contro il Savona nella sfida casalinga allo stadio Del Duca della città del Picchio. Felicissimo della rete, Perez è andato incontro ai suoi tifosi e li ha salutati con il braccio destro teso. Apriti cielo. L'Associazione partigiani (Anpi) ha protestato: "È un oltraggio alla città, medaglia d'oro al valor civile", in tanti si sono stracciati le vesti e hanno gridato allo scandalo del saluto "fascista". Il calciatore probabilmente se ne frega, e probabilmente fa bene a non seguire le strumentalizzazioni del gesto di un ragazzo classe 1989 che non ricorda neanche il muro di Berlino. Sul sito ufficiale lui scrive che la politica non c'entra niente. Il Messaggero riporta che il tutto è nato per uno scherzo in precampionato con il compagno di squadrea Chirirò. Si sarà fatto un po' di nemici in città Perez, il che per qualcuno equivale a tanto onore. Ai tifosi ascolani poco interessa la polemica: per loro rimane l'indiscutibile soldato Perez.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsalutoromano

    25 Febbraio 2015 - 18:06

    Grande Leonardo, sappi che quello è il saluto più bello che esiste

    Report

    Rispondi

  • etano

    24 Febbraio 2015 - 09:09

    Se avesse salutato con il pugno sinistro alzato i caproni presenti allo stadio e quelli fuori l'avrebbero osannato, complimentato, inviato a qualche festicciola dell'unità indicandolo come simbolo della democrazia e libertà, loro che queste parole da bifolchi, non sanno nemmeno il significato. Antifascismo la parola d'ordine delle capre, anticomunismo è quella delle persone pulite e oneste.

    Report

    Rispondi

  • farame

    24 Febbraio 2015 - 01:01

    Falce e martello si, bandiere rosse si e un saluto romano no! Ma andate a fare in culo moralisti ,comunisti e partigiani di merda.

    Report

    Rispondi

    • sidereus40

      24 Febbraio 2015 - 09:09

      Concordo; che degli imbecilli abbiano fermato il loro orologio mentale agli anni 40 dimostra solo quale sia il loro coefficiente di intelligenza!

      Report

      Rispondi

  • routier

    23 Febbraio 2015 - 21:09

    In tempi men leggiadri e più feroci si lavorava di braccio e si salutava di cappello. In tempi più leggiadri e men feroci si lavora di cappello e si saluta di braccio. (parafrasato da Felice Cavallotti)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog