Cerca

Europa League ad alta tensione

Europa League, Feyenoord-Roma sospesa per 10 minuti: i tifosi olandesi lanciano oggetti in campo, banana contro Gervinho

Europa League, Feyenoord-Roma sospesa per 10 minuti: i tifosi olandesi lanciano oggetti in campo, banana contro Gervinho

L'Italia del pallone ritrova l'orgoglio perduto in Europa League: cinque squadre su cinque arrivano agli ottavi, con un paio di imprese da ricordare. La Fiorentina batte 2-0 il Tottenham (Mario Gomez e Salah), l'Inter (Guarin) e il Napoli (De Guzman) superano 1-0 Celtic e Trabzonspor. Ma soprattutto, il Torino vince 3-2 a Bilbao contro l'Athletic, prima squadra italiana a riuscirci nella storia, e scrive una pagina epica nel libro granata: Quagliarella su rigore, Maxi Lopez e Darmian nella ripresa ribaltano il 2-2 dell'andata e dimostrano che il cuore, a volte, riesce ancora a fare la differenza. Ma è a Rotterdam che va in scena il riscatto italiano: una settimana dopo i disastri degli ultrà olandesi nella Capitale, la Roma vince 2-1 contro il Feyenoord e fa emergere ancora una volta l'inciviltà dei tifosi di casa.

Banana contro Gervinho - A Rotterdam l'ordine pubblico viene garantito in città (con i tifosi romanisti controllati a vista e perquisiti), ma dentro allo stadio De Kuip succede di tutto. Sugli spalti il gol di Ljajic e poi l'espulsione dell'attaccante del Feyenoord Te Vrede scatenano la reazione dei supporter biancorossi, tra i quali sicuramente c'era anche qualcuno di quelli che una settimana fa hanno sfasciato il centro della Capitale. Al 10' del secondo tempo del ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League (con la Roma in vantaggio 1-0 e per il momento qualificata, dopo l'1-1 dell'Olimpico) succede di tutto: l'arbitro Clément estrae il rosso al giocatore di casa e dagli spalti parte un fittissimo lancio di oggetti per protesta. Insulti e grida dopo che già nel primo tempo erano volati insulti razzisti e anche una banana gigante di quelle gonfiabili contro l'attaccante ivoriano Gervinho. Gesto razzista o semplice "inciviltà" tra le tante? Difficile capirlo, ma nel dubbio arbitro e delegati Uefa hanno deciso di sospendere la gara per far placare gli animi. Quando si riprende, le emozioni non mancano: al 12' pareggia Manu, al 15' è proprio Gervinho a firmare il definitivo 2-1 che rende vano l'1-1 strappato dal Feyenoord all'Olimpico. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plaunad

    27 Febbraio 2015 - 11:11

    Godo come un mandrillo. Avanti adesso pirlotti che osannavate tanto gli olandesi ed i nordeuropei. Avete ancora il coraggio di farvi sentire? E quei "furbissimi" che applaudivano le Autoritá olandesi che si scatenavano contro inermi tifosi italiani mentre i loro "civilissssssimi" (???) concittadini ne combinavano di tutti i colori allo stadio tanto da far addirittura interrompere la partita. Prrr

    Report

    Rispondi

  • libero14

    27 Febbraio 2015 - 03:03

    E con mio sommo gaudio, la mazzata finale gliel'ha data proprio Gervinho. Che poi quella banda di alcolizzati derida Gervinho, quando loro hanno tanti tulipani quanti scurotti di ogni etnia, mi fa scompisciare. Molto bene, resteranno ad ubriacarsi a casa loro senza scassare le sfere altrove.

    Report

    Rispondi

blog