Cerca

Il 13 marzo

Basket, l'Olimpia Milano ritira la maglia numero 8 del "mito" Mike D'Antoni

Basket, l'Olimpia Milano ritira la maglia numero 8 del "mito" Mike D'Antoni

La Pallacanestro Olimpia EA7 Emporio Armani Milano proclama per il prossimo venerdì 13 marzo la ’Mike D’Antoni night’. Nel corso dell’intervallo della partita di Eurolega tra EA7 e Unicaja Malaga, verrà celebrata la carriera del tecnico con il ritiro ufficiale della maglia numero 8. D’Antoni sarà presente insieme alla famiglia. Per l’Olimpia si tratta di un giorno speciale, «quello in cui potremo festeggiare con un piccolo tributo, tutti assieme, il più grande giocatore della nostra storia, colui che più di ogni altro ha esibito i tratti caratteristici del perfetto giocatore dell’Olimpia: carattere, coraggio, altruismo, leadership, longevità», dice il presidente Flavio Portaluppi.

Nato a Mullens, in West Virginia l’8 maggio 1951, da famiglia italiana, di origini umbre, Mike D’Antoni ha giocato alla Mullens High School poi alla Marshall University, è stato scelto con il numero 20 nei draft Nba del 1973 e ha giocato successivamente a Kansas City e San Antonio nella Nba, a St.Louis nella Aba, prima di trasferirsi a Milano. Con la maglia dell’Olimpia (nel primo anno era la numero 5), ha vinto 5 scudetti (1982, 1985, 1986, 1987, 1989), due Coppe dei Campioni (1987 e 1988), una Coppa Korac (1985), due Coppe Italia (1986 e 1987). Con lui l’Olimpia ha giocato 8 finali scudetto consecutive (9 in assoluto), tre finali di Coppa dei Campioni e un’altra finale di Coppa delle Coppe.

Dell’Olimpia è leader di tutti i tempi in punti, assist, palle recuperate e presenze (oltre che canestri dal campo, da due e da tre). Da giocatore ha anche disputato un campionato europeo con la Nazionale italiana, nel 1989. Ritiratosi nel 1989, a 38 anni, diventò immediatamente allenatore dell’Olimpia guidandola a una finale scudetto, una Final Four di Eurolega e una finale di Coppa Italia oltre a vincere una Coppa Korac nel 1993. In seguito ha allenato a Treviso (due scudetti e una Coppa Europa), a Denver nella Nba, di nuovo a Treviso, è stato allenatore dell’anno Nba quando allenava a Phoenix, a New York e ai Los Angeles Lakers. L’Olimpia nell ascorsa stagione aveva ritirato la maglia numero 18 di Arthur Kenney.

di Matteo Legnani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog