Cerca

Ipotesi scossa elettrica allo spagnolo

I team della F1: su Alonso vogliamola verità o in Australia non corriamo

I team della F1: su Alonso vogliamola verità o in Australia non corriamo

Lo spettro che continua ad Aleggiare sui giorni di vigilia dellaprima prova delMondialedi Formula 1 in Australia è sempre lo stesso: elettroshock.O per dirlapiù semplice: lascossa. Che è quella che secondo alcuni avrebbe preso qualche giorno fa Fernando Alonso mentre guidava la sua McLaren sul circuito di Jerez nei test pre-stagione. Il "circus" smentisce, definendo "altamente improbabile" l'ipotesi della scossa elettrica, che avrebbe fatto perdere conoscenza ad Alonso provocando l'incidente. Ma tecnicamente la cosa non è impossibile. E ora,comeriporta Il Corroere della Sera, i team minacciano: vogliamo la verità su quanto accaduto al pilota spagnolo (che è stato precauzionalmente fermato dai medici e dunque non correrà a Melbourne) oppure potremmo non correre la gara.

Di fatto,con tutti i sistemi elettrici che oggi caratterizzano lemonoposto (compresi il propulsore,l'unità per  il recupero dell'energia cinetica e quella che sfrutta il calore sviluppato dal motore), oggi servono particolari cautele per "maneggiare" una Formula 1:ilpilota deve scendere con un salto dalla vettura, evitando di mettere giù primauna gamba e poi l'altra.Ilprincipioèlo stesso per cui un uccello può stare sul filo della ferrovia senza prendersi lascossa. Allo stesso modo, finchè sta nell'abitacolo, ilpilota è isolato e può subire una scossa solo se entra nel percorso dellacorrente, scaricandola a terra. E' quanto accaduto qualche tempo fa a un meccanico della Red Bull, che aveva toccato l'auto prima deldovuto beccandosi una "sberla" di volt. E che potrebbe essere accaduto ad Alonso se il sistema di sicurezza della sua McLaren fosse andato in tilt e lo spagnolo avesse toccato un elemento in grado di chiudere un circuito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    05 Marzo 2015 - 15:03

    Evidentemente, se si riesce a dimostrare una cosa del genere, va a meretrici tutto il castello di carte costruito da ecclestone e soci per fare un piacere ai tedeschi della mercedes! Ecco perché, anche fosse vero, non lo sapremo mai. Spenderanno miliardi di dollari per mettere a tacere tutti quelli che sanno qualcosa. E piloti e case, partecipi della torta, staranno zitti.

    Report

    Rispondi

  • frateindovino

    05 Marzo 2015 - 14:02

    ma siete impazziti....riproporre questa immagine "sconvolgente"

    Report

    Rispondi

blog