Cerca

Andata ottavi

Europa League, l'Inter crolla 3-1 a Wolfsburg: segna Palacio, poi i tedeschi dominano con De Bruyne

Europa League, l'Inter crolla 3-1 a Wolfsburg: segna Palacio, poi i tedeschi dominano con De Bruyne

L'Inter parte forte ma rovina tutto, e ora servirà una mezza impresa a San Siro. Nell'andata degli ottavi di Europa League in Germania, il Wolfsburg vince 3-1 in rimonta, spreca tanto e lascia ancora una speranza agli uomini di Roberto Mancini, che devono ancora una volta recriminare, e tanto, sui propri errori in attacco e in difesa. E dire che tutto si mette per il meglio già al 6', quando Icardi serve alla perfezione Palacio per lo 0-1. Nel primo tempo l'Inter è un po' quella vista in casa del Celtic Glasgow nei sedicesimi, quando finì 3-3: fluida e con personalità in avanti, troppo incerta dietro e al 28' Naldo firma il pari dei tedeschi, secondi in Bundesliga. La ripresa è un calvario: l'Inter arretra il baricentro, i verdi incalzano e Carrizo, portiere di coppa al posto di Handanovic, inanella incertezze dopo i buoni interventi precedenti. Il bomber Dost non brilla, ma sale in cattedra il belga De Bruyne: l'ex Chelsea segna al 63' e al 76' e soprattutto continua a mettere in crisi la retroguardia nerazzurra. Davanti Shaqiri e Palacio perdono un paio di buone occasioni per segnare il secondo gol che avrebbe dato al ritorno un'altra connotazione. Ora occorrerà ripetere, più o meno, l'impresa del marzo 2013 contro il Tottenham, sempre negli ottavi dell'Europa League: allora a Milano finì 4-1 ai supplementari, beffardo e inutile dopo lo 0-3 di White Hart Lane. Questa volta, con quel risultato, l'Inter andrebbe avanti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog