Cerca

L'intervista

MotoGp, le pagelle di Lucchinelli: "La Yamaha di Rossi è vicina a Marquez, ma a Vale serve Lorenzo"

MotoGp, le pagelle di Lucchinelli: "La Yamaha di Rossi è vicina a Marquez, ma a Vale serve Lorenzo"

Motori accesi, semaforo verde. Oggi a Losail in Qatar riparte la MotoGp (domenica la gara alle 20 italiane). Tutti all’inseguimento di Marc Marquez l’alieno, al quale il Dottore Valentino Rossi ha promesso di somministrare l’antidoto chiamato «Decimo titolo». Ad accompagnare la cavalcata di 18 Gp (l’ultimo a Valencia l’8 novembre) torna la voce inconfondibile di Guido Meda, passato a Sky che come ormai consuetudine detiene la ricca offerta in esclusiva (Sky Sport MotoGP HD, canale 208) per lo spettacolo a due ruote, oltre a fare il tifo per i ragazzi terribili del Team Sky Racing-VR 46, Fenati e Migno, impegnati in Moto3. Libero ha contattato Marco Lucchinelli (insieme a Davide Camicioli e a Giacomo Agostini sarà nella squadra di Cielo, che trasmetterà 8 Gp live e gli altri in differita) per fare le pagelle alla stagione. «Spero di non veder vincere il “solito” Marquez, in Qatar, altrimenti c’è il rischio della solita dittatura», esclama Lucky, che se potesse correre un Gp con le moto di oggi sceglierebbe «la Yamaha di Rossi, perché mi pare la più morbida, adatta a come guidavamo noi. Certo che la stagione vorrei farla con la Honda, perché è il massimo della tecnologia».

HONDA 10 
Moto e squadra da battere. Una banalità forse, ma pensate cosa hanno fatto negli ultimi due anni e ditemi se è banale. Marquez fa per due, nei test in Malesia e in Qatar è sempre stato davanti, anche se quest’anno non credo riuscirà a vincere i primi 10 Gp consecutivi come fatto nel 2014. Piuttosto sono perplesso dalla riconferma di Pedrosa, io non l’avrei tenuto ancora, non so per quale motivo alla Hrc basti avere un pilota che vince una gara ogni tanto. Forse perché in effetti non trovano di meglio.

YAMAHA 9 
La metto vicino vicino alla Honda. Marquez resta il più veloce nel giro secco, ma Valentino quest’anno ha il colpo - forse l’ultimo buono - in canna: e se vi ricordate il trend del 2014, ormai il «vecchio» Rossi quando va male finisce 4°. Sarà perché in giro non ci sono piloti più bravi o forse perché il Dottore è sempre il Dottore? Piuttosto è Lorenzo che ha rotto, una volta non va perché cambia manager, una volta perché è grasso, mah... noi si beveva e si fumava... la realtà è che un Lorenzo con le palle sarebbe il migliore alleato di Rossi per vincere, per stare fra le ruote di Marquez e farlo sbagliare. Altrimenti per MM sarà troppo facile, mentre Jorge rischia di diventare come Pedrosa. Almeno fossero simpatici...

DUCATI 7 
È un voto alto di incoraggiamento ma sono pronto ad abbassarlo rapidamente. È stata velocissima nei test con Dovizioso e Iannone. Ma anche l’anno scorso in inverno promettevano bene, poi hanno mantenuto poco. Sono avvisati, non basta più fare una domenica da podio ogni sei o sette corse.

SUZUKI 7 
Sarà che è un pezzo del mio cuore, però vederla stare in prova a circa un secondo mi pare davvero un bell’inizio. Se non andranno oltre questo distacco potrebbero essere la sorpresa. Vedremo cosa faranno i piloti, hanno Aleix Espargaro e Viñales, però per ripartire con la MotoGp io avrei provato a prendere uno come Pedrosa.

APRILIA 5 
Siamo alle note dolenti. Non so se il progetto tecnico sia sbagliato, di sicuro per tornare in MotoGp servono i soldi: primo per lo sviluppo tecnico; secondo per strappare agli altri i piloti migliori, che già ti garantiscono qualche decimo in meno al giro. Bautista non credo possa dare granché, su Melandri stendo un velo. Se n'è uscito dal Motomondiale sbattendo la porta quando era competitivo, è andato in Superbike e non è riuscito a vincere il titolo. Ora che Aprilia ha fatto la moto da Mondiale, torna nella MotoGp. Non hanno scusanti.

di Tommaso Lorenzini
@Texbomb

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Joachim

    30 Marzo 2015 - 12:12

    T:L : non capisci nulla di motori. La Ducati è sugli scudi....e ci rimarrà per tutta la stagione con un grande come Vale che esalta la Ducati in competitività. Marquez è a ribasso e la tecnologia Honda è superata....la Yama c'è e la Ducati con d/Igna è grande E superiore...bene i Piloti Dovi e Jannone sono finalmente visibili in attesa di una corsa che quest'anno li vedrà li aprimeggiare.

    Report

    Rispondi

blog