Cerca

A Sepang

Formula 1, Gp Malesia: Lewis Hamilton in pole, seconda la Ferrari di Sebastian Vettel

Formula 1, Gp Malesia: Lewis Hamilton in pole, seconda la Ferrari di Sebastian Vettel

Lewis Hamilton conquista la pole position nel Gp di Malesia davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel. Il pilota inglese della Mercedes, sul tracciato di Sepang, è il più veloce nella la terza manche delle qualifiche. Il campione del mondo, sull'asfalto bagnato, gira in 1'49"834, centra la seconda pole stagionale e la 40esima della carriera. Domenica (diretta tv alle 8 su Sky Sport F1, differita su Raiuno alle 14), nel secondo Gp del Mondiale, scatterà davanti alla rossa di un eccellente Vettel (1'49"908). Il tedesco  riesce a lasciarsi alle spalle la Mercedes del connazionale Nico Rosberg (1'50"299), che si deve accontentare della terza posizione. In seconda fila, avrà accanto la Red Bull dell'australiano Daniel Ricciardo (1'51"541). In terza fila l'altra Red Bull del russo Danill Kvyat (1'51"951) e la Toro Rosso dell'australiano Max Verstappen (1'51"981). Dietro di loro, la Williams del brasiliano Felipe Massa (1'52"473) e la Lotus del francese Romain Grosjean (1'52"981). In quinta fila la Williams del finlandese Valtteri Bottas (1'53"19) e la Sauber dello svedese Marcus Ericcson (1'53"261). L'eliminazione nel Q2, invece, fa scivolare la Ferrari del finlandese Kimi Raikkonen in undicesima posizione.


"Vettel? Giro da paura" - "Sono molto contento, Vettel ha fatto un giro da paura. Sono contento per lui, per la squadra e per tutti i ragazzi del team, ci voleva per la carica, adesso concentrati sulla gara di domani", è il commento soddisfatto del team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene. Il Cavallino torna in prima fila dopo 38 Gp. Per quanto riguarda Raikkonen, Arrivabene ai microfoni di Sky Sport aggiunge: "Non non è stato un errore di strategia, lui è uscito ed era in quarta posizione, in mezzo ad Ericsson e Hamilton e sono passati. Lascio le conclusioni a voi. Ho sempre sostenuto che Kimi con una buona macchina poteva far bene, si deve solo concentrare un po' di più". E infine su Vettel che chiude col tempo di 1'49"908 a +0"074 da Hamilton: "Beh, Sebastian è stato Sebastian".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog