Cerca

L'ideona

Serie A, l'idea di Aurelio De Laurentiis: "Portiamo il campionato all'estero"

Serie A, l'idea di Aurelio De Laurentiis: "Portiamo il campionato all'estero"

La serie A come l'Nba che sceglie di giocare alcune gare all'estero. L'idea non sarebbe stata partorità dalla mente vulcanica del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ma è stato lui ad annunciarla ai microfoni di Radio Kiss kiss: "Portare la prima giornata di serie A della prossima stagione (23 agosto 2015) in dieci città del mondo diverse, Sky permettendo". Poco prima c'era stata un'assemblea rapidissima della Lega. Se la proposta sia stata fatta anche in quella sede - un po' più deputata della radio campana - non è dato saperlo. Però De Laurentis si dice fiducioso: "Stiamo verificando la fattibilità del progetto che punta a far uscire il calcio italiano dal periodo difficile che sta vivendo negli ultimi anni". Tra le prime città candidate ci sarebbero New York, Londra, Parigi, Giacarta, Pechino e Shanghai.

Il freno della Lega - All'uscita di De Laurentis segue la frenata di Maurizio Beretta, un po' più cauto sull'argomento: "L'ipotesi è molto complessa, anche la Premier la sta studiando da anni e la questione incrocia i regolamenti Fifa". Non ci sono ancora passi ufficiali da parte della Lega, ma Beretta non chiude del tutto la porta: "Si può giocare all'estero una partita di apertura o qualche partita di Coppa Italia", come succede ormai da anni per la partita di Supercoppa tra Cina e Dubai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    12 Aprile 2015 - 13:01

    De Laurentis vede partite dei campionati esteri? pensa che inglesi spagnoli francesi ecc. rinuncino a vedere le partite dei loro campionati per vedere partite orrende.

    Report

    Rispondi

  • GRISO59

    11 Aprile 2015 - 22:10

    finche' per andare allo stadio occorre fare un mutuo, biglietti giorni prima, lunghe file, tessera del tifoso, file per entrare, parcheggiare lontano perche' i prefetti bloccano tutto. io allo stadio non ci vado piu', e non lo guardo nemmeno per tv

    Report

    Rispondi

  • GRISO59

    11 Aprile 2015 - 22:10

    finche' per andare allo stadio occorre fare un mutuo, biglietti giorni prima, lunghe file, tessera del tifoso, file per entrare, parcheggiare lontano perche' i prefetti bloccano tutto. io allo stadio non ci vado piu', e non lo guardo nemmeno per tv

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    11 Aprile 2015 - 12:12

    già adesso chi va a giocare a Napoli e viceversa....vanno all'estero entrambe....che è Napoli non sarà mica in Italia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog