Cerca

Ossigeno

Serie A, Inter vince 3-0 contro il Verona al Bentegodi

Serie A, Inter vince 3-0 contro il Verona al Bentegodi

Ripartenza Inter e il Verona va al tappeto. Sull’asse Icardi-Palacio (un gol e un assist a testa) i nerazzurri - aiutati anche da un super Handanovic, che para un rigore a Toni - tornano al successo (3-0, nel recupero l’autorete di Moras) che mancava da un mese e mezzo e mostrano segni di ripresa dopo la figuraccia con il Parma: al Bentegodi l’Inter gioca una partita di personalità e concretezza, andando subito a segno con Icardi (11’), 16esimo sigillo per lui, su azione contestata (Tachtsidis era a terra infortunato al limite dell’area) e raddoppiando con Palacio (49’) liberato proprio da Icardi. Per Mandorlini resta il tabù-Inter e per il Verona, che si è svegliato troppo tardi, un passo indietro, anche se la salvezza è ormai in cassaforte.Trovato subito il vantaggio con Icardi (comodo tap-in), l’Inter gestisce senza particolari grattacapi il risultato soffrendo qualche sgambata sulla fascia di Jankovic che approfitta di un Juan Jesus in difficoltà; Ranocchia e il rientrante Vidic mettono la museruola a Toni, Hernanes alle spalle delle punte si muove bene e l’Inter sfiora il raddoppio in due occasioni con Brozovic - che, diffidato e ammonito, salterà il derby proprio come Guarin - prima dell’intervallo.

Al primo assalto nella ripresa ecco il 2-0 di Palacio: Icardi si trasforma in assistman, il Trenza in cecchino e per Rafael niente da fare. Mentre Hernanes e Ranocchia sfiorano il tris, è di rabbia la reazione del Verona. Jankovic cicca da ottima posizione, poi sale in cattedra Handanovic: reattivo su Obbadi, addirittura strepitoso sul destro di Moras deviato casualmente sottomisura
da Juanito, infine osserva il bolide di Obbadi di poco alto. Il palo nega la doppietta a Palacio, centimetri invece dividono Toni dall’1-2. Poi, occasionissima al 32’, ma Toni - come all’andata - si fa ipnotizzare dagli 11 metri da Handanovic. Tagliavento aveva concesso rigore per un fallo di Vidic su Greco. L’orgoglio del Verona non basta contro un Handanovic super anche contro Pisano e Tachtsidis: i tre punti sono dell’Inter e arriva il tris in pieno recupero con una sfortunata autorete di Moras.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog