Cerca

Voragine rossonera

Milan, nel bilancio 2014 perdite per 91 milioni di euro

Milan, nel bilancio 2014 perdite per 91 milioni di euro

Una voragine profondissima. La più profonda da quando esiste il club. E' quella del bilancio consolidato 2014 dell'AC Milan, che ha chiuso i conti per l'anno passato con una perdita netta di 91,2 milioni di euro. Come spiega Il Sole 24 Ore, l'anno passato c'è stato un forte peggioramento dei conti rossoneri: nel 2013, infatti, il gruppo aveva perso 15,7 milioni e nel 2012 6,86 mentre la perdita fin qui più ingente la si era registrata nel 2010 con 69,7 milioni di euro. negli ultimi dieci anni (2005-2014), le perdite complessive a bilancio sono state di 361 milioni di euro, con un solo bilancio che si è chiuso in utile: il 2006 con 2,48 milioni.

La perdita record da 91,2 milioni di euro è conseguenza in gran parte di un calo di 30,5 milioni del valore della produzione che è stata pari a 223,9 milioni escluso il calcolo delle p'lusvalenze dei giocatori. . In particolare, la società rossonera ha incassato 89,8 milioni di euro dai diritti tv, cioè circa 20 milioni in meno del 2013. Il corso del personale (in media 299 dipendenti nel 2014) è cresciuto di 3,4 milioni a 154,7 milioni. E tra le nuove spese ci sono i 2,3 milioni per l'affitto della sede Casa Milan, di proprietà di Vittoria Assicurazioni. Sul fronte plusvalenze, poco sollievo ha datto persino la cessione da 20 milioni di euro di Balotelli al Liverpool: si sono infatte ridotte da 23,2 milioni del 2013 a 5,7 milioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    26 Aprile 2015 - 12:12

    A forza di prendere bidoni a fine carriera a parametro zero ma con stipendi altissimi, e prestiti di scarti vari da tutta Europa, il risultato è questo. Crollo verticale delle entrate, distruzione della squadra e della sua immagine. Anche Berlusconi ne esce malissimo. Ulteriore dimostrazione del declino irreversibile di quest'uomo che non vale più niente e sta distruggendo i miti del suo passato.

    Report

    Rispondi

blog