Cerca

Tre punti d'oro

Inter, super Hernanes: la Lazio (in 9 uomini) ko all'Olimpico per 2-1

Inter, super Hernanes: la Lazio (in 9 uomini) ko all'Olimpico per 2-1

Colpaccio dell'Inter: i nerazzurri ribaltano il risultato e si impongono all'Olimpico contro la Lazio per 2-1, e ora coltivano il sogno Europa League. Ai biancocelesti, invece, non riesce il sorpasso sulla Roma: la squadra di Pioli resta a 63 punti, a una lunghezza di distanza dai giallorossi e col Napoli, fermato sul pari dal Parma, che insegue staccato di tre punti. A decidere una doppietta dell'ex Hernanes, in rete al 26esimo del primo tempo e al 39esimo del secondo. Il brasiliano, fischiatissimo dai suoi ex tifosi alla prima in nerazzurro all'Olimpico, non si è risparmiato nelle esultanze e, come detto, ha ribaltato il parziale: a passare in vantaggio, infatti, è stata la Lazio con un gol di Candreva all'8 minuto di gioco. Partita, comunque, segnata dagli episodi: la Lazio ha finito in nove uomini. Al 24esimo del primo tempo espulso Mauricio per fallo da ultimo uomo su Palacio (e proprio sulla punizione ha segnato Hernanes). Nella ripresa, al 61esimo, rosso anche per Marchetti per fallo da ultimo uomo su Icardi, un fallo che vale il rigore per l'Inter, sbagliato dal Icardi: Berisha, appena entrato, neutralizza il penalty. Tre punti d'oro, dunque, per Roberto Mancini. Mentre ora, per la Lazio, la qualificazione diretta alla Champions League si fa più dura.

LA CLASSIFICA
Juventus 80 punti
Roma 64
Lazio 63
Napoli 60
Fiorentina 55
Sampdoria 54
Inter 52
Genoa 50*
Torino 48*
Milan 46
Palermo 43
Chievo 42
Empoli 41
Udinese 41
Verona 41
Sassuolo 40
Atalanta 36
Cagliari 28
Cesena 24**
Parma 17 (-7)**
* Una partita in meno
**matematicamente retrocesse

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gabrisan

    gabrisan

    11 Maggio 2015 - 08:08

    Del fatto che sulla punizione di Hernanes c'erano due uomini in fuori gioco, di cui uno ad ostacolare il portiere, non se ne parla. Del fatto che Marchetti il giocatore neanche lo tocca, ma quello cade lo stesso, non lo si dice. Che Palacio, sentendo la vicinanza di Mauricio, si lascia cadere non è da menzionare. Sembra un tacito accordo "tacito?" Tu lasciati cadere che io fischio il fallo.

    Report

    Rispondi

blog