Cerca

Calcio

Adriano Galliani e il dilemma dell'allenatore, i papabili: Conte, Ancelotti o Emery

Adriano Galliani e il dilemma dell'allenatore, i papabili:  Conte, Ancelotti o Emery

Ci sono tre strade per la successione di Pippo Inzaghi, la più battuta per ora è quella di Carlo Ancelotti, ma Adriano Galliani ha in mente altre due altre alternative. Dopo un anno infatti il manager del Milan è di nuovo in rapporti sia con il c.t Antonio Conte che con la guida del Siviglia Unai Emery. Galliani e Ancelotti sono sempre rimasti in contatto dato che sono legati da un'amicizia duratura, ma il tecnico di Reggiolo deve passare ancora un anno con il Real nonostante sia quello più acclamato per il ruolo. Conte invece ha titubato ad accettare un anno fa a causa di un trasversale stop della Juve e a causa del suo impegno con Federcalcio fino al prossimo Europeo che non accetterebbero l'impegno dell'allenatore in altri progetti. Fra tutti i pretendenti - secondo la Gazzetta dello Sport - il più tranquillo è Emery che non ne sbaglia una nel settore andaluso e che nonostante sia impegnato con fino al 2016 con il Siviglia può disdire solo con 500mila euro che sono pochi per rompere un vincolo del genere

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rintintin

    19 Maggio 2015 - 16:04

    ci manca solo Spalleti...la B assicurata

    Report

    Rispondi

  • BO45MARPASS

    19 Maggio 2015 - 12:12

    credo che l'allenatore dl MILAN dati i tenpi ,i giocatori in organico,la situazion economica la sue qualita' di da un gioco sia SPALLETTI

    Report

    Rispondi

  • BO45MARPASS

    19 Maggio 2015 - 12:12

    credo che l'allenatore dl MILAN dati i tenpi ,i giocatori in organico,la situazion economica la sue qualita' di da un gioco sia SPALLETTI

    Report

    Rispondi

  • pulraf

    19 Maggio 2015 - 12:12

    Ci mancava l'allenatore straniero. Tutti gli allenatori stranieri che ha avuto il Milan, sono stati tutti dei flop. Terim, il paraguaiano, Sedorf, tutti fallimenti. Galliani si faccia gli affari suoi, ha già fatto molti danni al Milan. Berlusconi, oltre a Inzaghi, deve cacciare Galliani.

    Report

    Rispondi

blog