Cerca

Finalissima all'Olimpico

Coppa Italia, la Juventus batte la Lazio 2-1 in rimonta ai supplementari. Matri regala la "decima"

Cannibale, implacabile Juventus: la squadra di Massimiliano Allegri batte 2-1 ai supplementari la Lazio e si aggiudica la Coppa Italia, la decima della sua storia a 20 anni dall'ultima. Una prova di forza ulteriore sulla strada di un triplete mai così vicino: dopo lo scudetto conquistato in scioltezza e la stella d'argento (la Signora è la prima squadra a raggiungere quota 10 coppe nazionali) cucita sulla maglia grazie all'impresa dell'Olimpico, i bianconeri si preparano come meglio non possono alla finalissima di Champions League del 6 giugno a Berlino contro il Barcellona. Come dire, "il meno è fatto". 

Matri eroe di coppa - A Roma il grande sogno della Lazio di Stefano Pioli, che cerca la terza Coppa in 6 anni e a quattro giorni dal derby per il secondo posto contro i giallorossi, inizia alla grande: al 4' è Radu a spingere in gol battendo Storari di testa da calcio piazzato. All'11' la doccia fredda con Chiellini che in mischia, in rovesciata, trova l'1-1. La Juve gioca come sa, bene, e sfrutta cinicamente le occasioni offerte dagli avversari. Poche però le distrazioni, da una parte e dall'altra. La gara, dura ma corretta, va ai supplementari e anche qui, dopo 4 minuti, la Lazio sfiora il colpaccio: Djordjevic supera Storari ma il suo tiro incoccia incredibilmente su entrambi i pali. Carambola diabolica resa ancora più amara perché passano pochi secondi e Matri, entrato per Llorente ed eroe di Coppa (come in semifinale contro la Fiorentina), si avventa sulla ribattuta di Mauricio e insacca il 2-1 superando Berisha. La Juve regge, la Lazio non ha più forze. Per entrambe, però, l'appuntamento più importante della stagione deve ancora venire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sidereus40

    24 Maggio 2015 - 12:12

    Lo dico da milanista; se la Juve dovesse fare il triplete sarebbe il primo conquistato sul campo anziché al telefono come quello del p.d.m. moratti.

    Report

    Rispondi

  • romazzon

    21 Maggio 2015 - 22:10

    rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!rosicate! rosicate! rosicate!

    Report

    Rispondi

  • kufu

    21 Maggio 2015 - 08:08

    Il culo poi la fa da pradone, come sempre

    Report

    Rispondi

  • marco53

    21 Maggio 2015 - 03:03

    Juve quest'anno strafortunata. 5 minuti prima doppio palo interno della Lazio! Purtroppo il pallone incredibilmente torna in campo, e lì si è capito che il culo spaventoso della Juve avrebbe avuto la meglio. Consoliamoci col fatto che il Barcellona gliene rifilerà almeno 4. Altro che triplete! Sarà una batosta storica!

    Report

    Rispondi

blog