Cerca

Calcio violento

Strage dell'Heysel, dopo 30 anni parla il portiere Bruce Grobbelaar: "È stato il National Front, l'estrema destra"

Strage dell'Heysel, dopo 30 anni parla il portiere Bruce Grobbelaar: "È stato il National Front, l'estrema destra"

Il 29 maggio 1985 è una data che il calcio e i tifosi Juventini non dimenticheranno mai. Quel giorno avvenne la strage dell'Heysel, in cui morirono 39 tifosi della Juventus poco prima della finale di Coppa Campioni con il Liverpool. La colpa è sempre stata attribuita agli hooligans dei Reds che caricarono il settore avversario generando una fuga generale che lasciò sotto di se quasi 40 vittime. schiacciate dalla folla. Dopo 30 anni però sembra essere uscita una nuova versione dei fatti, per bocca del portiere del Liverpool Bruce Grobbelaar: “potrebbe essere stata l’estrema destra”.

La nuova teoria - Ho cercato la verità – ha detto Grobbelaar - non furono autentici tifosi del Liverpool a causare la tragedia. Molti avevano trascorso la mattinata con quelli della Juve, giocando a calcio per le strade, andando a bere una birra insieme. Non posso credere che l’atmosfera sia cambiata allo stadio. Io credo a un’altra cosa”. a fargli nascere nuovi sospetti è stata la suocera, che per assistere alla finale stava arrivando in Inghilterra con il traghetto: “all’imbarco c’erano dei tipi che distribuivano volantini su cui c’era scritto che sarebbe stata l’ultima partita in Europa del Liverpool. Avevano le braccia tatuate con gli stemmi di alcune squadre di Londra. Erano del National Front, l’estrema destra”. Il portiere non ha però mai trovato conferme per provare questa accusa, nonostante sia stato diverse volte nelle sedi del movimento cercando qualcuno che sapesse qualcosa. “Ma non sono riuscito ad arrivare alle prove. Né io né altri".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vincenzo_derose

    25 Maggio 2015 - 17:05

    Credo che sia stato un certo Mussolini!

    Report

    Rispondi

blog