Cerca

Pallone bucato

Figc, terremoto nel calcio italiano: "Indagato il presidente della Lazio Lotito per tentata estorsione", perquisizioni in sede Federcalcio

Figc, terremoto nel calcio italiano: "Indagato il presidente della Lazio Lotito per tentata estorsione", perquisizioni in sede Federcalcio

Il presidente della Lazio, patron della Salernitana e consigliere federale Claudio Lotito è indagato per tentata estorsione dalla procura di Napoli. L'inchiesta è iniziata in seguito alla consegna nei mesi scorsi della registrazione di una telefonata con Lotito nelle mani del dg dell'Ischia Calcio, Pino Iodice. L'accertamento è condotto dai pm di Napoli Vincenzo D'Onofrio, Vincenzo Ranieri, Stefano Capuano e Danilo De Simone con la coordinazione del procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli. I presunti illeciti riguarderebbero l'erogazione di finanziamenti a società calcistiche.

Digos all'attacco - Nella sede della Federcalcio, i Digos stanno perquisendo gli uffici del presidente Carlo Tavecchio e del presidente della Lega italiana calcio professionistico Mario Capelli anche se i due non risultano indagati. Anche nella casa del presidente della Lazio sono in corso le perlustrazioni. Dal canto suo Lotito si è sempre proclamato innocente e ha sempre invitato gli uccellacci del malaugurio a "risentire tutto l'audio. Tutto". Peccato che molto probabilmente, è stata proprio la fine dell'ascolto delle intercettazioni a far smuovere le acque già abbastanza agitate.

La telefonata sul Carpi - L'indagine riguarda Lotito nella qualità di presidente della Salernitana, ed è una costola di quella sulla Lega Pro. L'inchiesta è relativa a una conversazione telefonica intercettata fra Lotito e il direttore dell'Ischia Calcio, Pino Iodice, ascoltato nei giorni scorsi dai pm napoletani come persona informata dei fatti. Nella telefonata registrata da Iodice e depositata ai pm, il patron della Lazio si diceva preoccupato per (l'ormai diventata certezza) possibilità che il Carpi e il Frosinone salissero in Serie A, dicendo: "Ho detto ad Abodi che se mi porta squadre che non valgono un c... tra due o tre anni non c'abbiamo più una lira", e quindi portando un danno economico al sistema calcio. Iodice inoltre avrebbe denunciato presunte pressioni da parte di Lotito per appoggiare il presidente della Lega Pro, Mario Macalli. Da qui la contestazione di tentata estorsione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • danianto1951

    11 Giugno 2015 - 11:11

    e se i corruttori fossero i pm di Napoli non nuovi a inchieste fasulle e ricattatorie?

    Report

    Rispondi

  • afadri

    10 Giugno 2015 - 19:07

    lotito? Si vede distante un miglio che è un mafioso.! Nessuna meraviglia che sia indagato.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    10 Giugno 2015 - 17:05

    Polverone per distogliere l'attenzione da Mafia Capitale??

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    10 Giugno 2015 - 13:01

    Era previsto che prima o poi se la prendessero con l'unico presidente di serie A dichiaratamente di Destra. Succede in ognmi ambiente, figuriamoci se il calcio poteva essere esente!

    Report

    Rispondi

    • arwen

      10 Giugno 2015 - 15:03

      Ma per cortesia!!! Niente dietrologismi. L'uomo, a Roma, lo conoscono tutti e non dimenticate che non è un eroe, ma un pregiudicato e conadannato dalla giustizia sportiva. Un tizio come questo, in qualsiasi altro paese, non solo non potrebbe essere consigliere federale, ma neanche potrebbe essere presidente di una squadra di calcio, figuriamoci di due!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog