Cerca

Scandali calcistici

Serie B, arrestati i vertici del Catania: avrebbero comprato 5 partite per evitare la retrocessione

Serie B, arrestati i vertici del Catania: avrebbero comprato 5 partite per evitare la retrocessione

Il calcio italiano continua a regalare scandali. Questa volta stati arrestati dalla Digos i vertici del Catania Calcio con l’accusa di aver comprato partite del campionato di serie B. Sette provvedimenti di arresti domiciliari sono stati eseguiti nei confronti del presidente del club, Antonio Pulvirenti, dell’amministratore delegato Pablo Cosentino, del direttore generale Daniele Delli Carri, e di altri quattro dirigenti della società. Sono accusati di frode sportiva poiché, secondo l’accusa, cinque vittorie del Catania sarebbero state concordate a tavolino dietro il pagamento di denaro.

L’accusa - I dirigenti del club rossazzurro avrebbero comprato cinque partite del campionato di calcio Serie B appena concluso, per consentire alla squadra di vincere ed evitare così la retrocessione. L’inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, ipotizza a vario titolo frode in competizioni sportive e truffa, e sono state eseguite perquisizioni dalla polizia a Roma, Chieti, Campobasso e Catania. Oltre ai dirigenti della società gli altri quattro arrestati sono agenti di scommesse sportive e procuratori sportivi: Giovanni Impellizzeri, Piero Di Luzio, Fabrizio Milozzi e Fernando Arbotti. Al momento non sono indagati né giocatori né dirigenti di altri club, ma la Procura di Catania starebbe vagliando la posizione di alcuni di loro

Rivedere il campionato? - Il rischio di invalidare il campionato, però, non esiste. A dirlo è lo stesso presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi, intervistato a Sky Tg24: “Per definizione la responsabilità è individuale, quindi risponde chi paga. La situazione è circoscritta, anche se indubbiamente c’è un incidente sulla competizione stessa. A questo punto mi auguro soltanto che, al di là della competizione che si è appena chiusa, si possa riaprire la nuova sotto gli auspici migliori e che ci sia un processo che velocemente ci consenta di iniziare la competizione”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rintintin

    23 Giugno 2015 - 17:05

    non vedo cosa c'è di strano....funziona così....e i pirla si menano fuori dagli stadi...

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    23 Giugno 2015 - 16:04

    Ma come si fa a seguire questo calcio,dalle dilettanti alle nazionali è tutto un imbroglio:Roba da truffatori e coglioni ultras

    Report

    Rispondi