Cerca

In Polonia

Juventus, Morata è nervoso e Allegri lo manda in panchina dopo 20 minuti. Il mister: "Brutta aria su di noi"

Juventus,  Morata è nervoso e Allegri lo manda in panchina dopo 20 minuti. Il mister: "Brutta aria su di noi"

Amichevole a nervi tesi in casa Juventus. Non c'entrano gli avversari, i teneri polacchi del Lechia Danzica, ma le scintille tra Massimiliano Allegri e Alvaro Morata. L'attaccante spagnolo è entrato a inizio secondo tempo e uscito al 71'. In poco più di 20 minuti, però, si è visto più per i battibecchi con l'allenatore che per le sue giocate e così Allegri non ci ha pensato su due volte, richiamandolo in panchina. Morata, uscendo, era furioso e si è infilato subito negli spogliatoi nonostante gli urlacci del tecnico livornese. La frizione è rientrate dopo qualche minuto, con Morata tornato in panchina e, poi, impegnato nell'allenamento post-partita. Ma le frasi di Allegri ai giornalisti non lasciano spazio a equivoci: "Indipendentemente dagli errori tecnici, quello che non andava bene è l'atteggiamento: non gli venivano le cose e lui si fermava. Per questo l'ho fatto uscire". "Mi ha fatto arrabbiare in campo, ma poi è stato bravo perché è andato a fare allenamento da solo", ha smorzato infine i toni Allegri, che però un po' di preoccupazione la dimostra: "C'è una brutta aria intorno alla Juve: tutti dicono che siamo favoriti, ma non è cosi. Quest'anno sarà ancora più difficile, quindi, prima che quest'aria ci contagi, è meglio fermarla subito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog