Cerca

Giustificazioni

Supercoppa il telecronista Rai si scusa per le riprese in diretta

Supercoppa il telecronista Rai si scusa per le riprese in diretta

Riprese confuse, sbagli nella grafica, voci fantasma in cinese, cambi di microfono, collegamenti dal campo che sembrano provenire dagli spogliatoi e replay mandati al momento sbagliato. Ecco come riassumere le immagini non proprio migliori che la Rai ha mandato in onda per la partita della Supercoppa italiana. La gara tra la Juventus e la Lazio a Shanghai è stata commentata dal telecronista Alberto Rimedio che più volte, imbarazzato dai terribili momenti di defiance delle riprese svolte dalla regia cinese.

The show must go on - L'apice del disagio avviene poi alla fine del primo tempo quando il cronometro della grafica continua a segnare il minuto 43 nonostante l'avvenuto fischio dell'arbitro e il gioco fermo. Anche la radiocronaca non trova pace. Il collegamento dal satellite pare essere saltato, così la diretta viene effettuata attraverso un telefono. Il telecronista si scusa più volte con i telespettatori, sottolineando anche le pessime condizioni del campo di gioco. Rimedio allora riferisce il diniego delle autorità cinesi all'intervento di due agronomi e di un tecnico italiani che invece la Lega Calcio aveva richiesto per poter sistemare le zone del campo rovinate "dai numerosi concerti che questa estate ci sono stati a Shanghai".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog