Cerca

Recordman di colpi di testa

Balotelli ai tifosi dell'Inter:
"Meglio scimmia che coglione"

Tanti gol, ancor più colpi di testa. La lite col vigile, la provocazione ai tifosi del Cagliari, la replica agli ex tifosi e la "bionda". Mario, inizio col botto

Mario Balotelli

Balotelli e, nel cerchio, le sigarette

 

Tre gol in due partite. Per carità, l'efficienza non si discute. Sarebbe un esercizio futile anche insistere sul carattere - eufemismo - non propriamente affidabile. Però, su questo inizio del Mario Balotelli rossonero ci sarebbe qualcosa da dire. Non si tratta soltanto delle reti. Ma dei colpi di testa: tanti, troppi, addirittura sopra la sua personalissima e stratosferica media. E' tornato a Milano da meno di quindici giorni e ha già inanellato una serie di prodezze. La prima, la lite con il vigile dopo una multa, prontamente smentita dai rossoneri (ma lite è stata). Domenica, contro il Cagliari, il dito sulla bocca a zittire la curva avversaria. Oggi altre "perle". Su twitter SuperMario ha postato una foto di se stesso, monumentale davanti al suo pc portatile. A fianco del computer, un pacchetto di sigarette. "Sappiamo che Mario fuma. Dice che si concede due sigaretta al giorno. Gli abbiamo chiesto di smettere", ha replicato uno sconsolato Adriano Galliani. Non è ancora tutto. Su un profilo Facebook, per inciso non autorizzato dal Milan, Balotelli ha pubblicato la sua personalissima replica ai tifosi dell'Inter: "Meglio essere una scimmia con tanti soldi che un c... della vostra curva". Poco dopo ha cancellato tutto. Ma tant'è. Balotelle è tornato. Lo ha fatto in modo dirompente. Ed esagerato. Pochi giorni, molti gol e ancor più colpi di testa.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • melanibo

    13 Febbraio 2013 - 13:01

    Sai quanti calciatori ricchi sono finiti in miseria, Best docet.

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    13 Febbraio 2013 - 13:01

    Sono interista e Mario l'ho visto giocare parecchie volte restando sempre molto impressionato dalla sua abilità e capacità calcistiche. Sputò nel piatto e se ne andò all'estero. Ora è tornato, ma vedo che non è affatto cambiato. Sarà anche ricco ma come diceva Josè: Mario sembra abbia un solo neurone e pure infortunato.Che peccato,

    Report

    Rispondi

  • mammagigi1

    13 Febbraio 2013 - 10:10

    in parole povere ci siamo evoluti dalla scimmia. perciò: è ora di smetterla con queste sciocchezze, ringraziamo il suo talento, riconosciamo i suoi punti deboli, non pontifichiamo tanto anche un papa si stufa di corbellerie e magari dà le dimissioni.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    12 Febbraio 2013 - 17:05

    e mandatelo al suo paese.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog