Cerca

Il ritorno

Calcio, riparte oggi la Serie A: la prima giornata e come sono cambiate le squadre

Calcio, riparte oggi la Serie A: tutte la prima giornata  e come sono cambiate le squadre

Dopo mesi di astinenza finalmente ci siamo. Il nuovo campionato di Serie A riparte con le sue gioie, i suoi dolori, i suoi brividi e soprattutto con i suoi tifosi. Le maledette domeniche riprendono così come le avevamo lasciate, con le sciarpe al collo nei gradini degli stadi o con il batticuore davanti ad uno schermo della pay tv. Nuove formazioni, nuova tecnologie a disposizione degli arbitri, nuovi giocatori, nuovi allenatori e anche nuove squadre. Tutto è pronto affinché lo spettacolo per conquistare il tricolore della stagione 2015-2016 riprenda da dove l'avevamo tristemente lasciato.

Le favorite - Come di consueto, le favorite per la vittoria dello scudetto sono le Big: Juventus in pole position, seguita dalla ormai eterna rivale Roma e alle loro spalle Lazio, Fiorentina, Napoli, Milan e Inter. Ma il gioco del calcio è bello proprio per la sua spettacolare imprevedibilità e come ogni anno è bene non sottovalutare anche le squadre abituate a occupare i posti meno alti della classifica. Ogni partita è fatta di episodi e di impeti d'orgoglio. Sono riuscite a dimostrarlo ad esempio le retrocesse Parma, Cesena e Cagliari battendo rispettivamente Juve, Lazio e la Fiorentina. Chissà quindi se le neopromosse Frosinone, Carpi e Bologna riusciranno a regalare altrettante inaspettate scintille.

Si riparte dagli anticipi- La Juve campione uscente ormai da quattro anni affronterà domenica alle 18 l'Udinese in casa. Orfana dei campionissimi Vidal, Tevez e Pirlo, Allegri adesso è nelle mani di Mandzukich, Dybala e Khedira in attacco oltre all'ormai uomo bandiera Paul Pogba. La Vecchia Signora a una settimana dalla chiusura del mercato estivo continua a pressare lo Schalke 04 per Draxler, alzando l'offerta del prestito. La Roma di Garcia invece è stata scelta fra tutte per aprire le danze insieme al Verona. I giallorossi alle 18 di oggi andranno in trasferta da favoriti visto che da 19 anni non perdono contro i gialloblù. I Lupi si affidano ai piedi dei super acquisti Dzeko, Salah e Iago Falquez. Gli undici capitanati da Francesco Totti stanno tastando il terreno per Digne del Psg che risolverebbe il problema del terzino sinistro. Dall'altra sponda del Tevere i biancoazzurri di Pioli giocheranno stasera alle 20.45 contro il Bologna. La Lazio tenterà di non sbagliare in casa la prima schierando in avanti Kishna e i sempre verdi Keita e Candreva. Attenzione però perché se dovesse riuscire a passare il preliminare di Champions League contro il Bayer Leverkusen,  dall'Inghilterra potrebbe arrivare una famosa cresta nera: Mario Balotelli. SuperMario potrebbe aggiungersi agli uomini di Piola, sbaragliando ogni previsione di calciomercato.

Fronte meneghino - Milano tornerà a supportare le sue due squadre domenica alle 20.45. Il Milan completamente rinnovato di Sinisa Mihajlovic andrà a Firenze per affrontare gli uomini di Sousa. I rossoneri che hanno già vinto i primi due derby della Madonnina, sono carichissimi. I nuovi arrivati Luiz Adriano, Bacca e Romangnoli si giocheranno da subito tutte le proprie carte migliori per indiavolare i tifosi che li seguiranno al Franchi. Sono anche gli ultimi giorni per sapere se Ibra riuscirà a tornare da Silvio Berlusconi, dopo un corteggiamento che sembra sempre di più un sogno di mezza estate. La Fiorentina, totalmente diversa da quella di Montella, risponderà con Babacar unica punta davanti a Bernardeschi, Ilicic e Fernandez. L'Inter guidata dall'intramontabile Mancini invece si scontrerà con l'Atalanta di Reja. I neroazzurri partiranno con Kondogbia, Jovetic, Icardi e Brozovic. In attesa di poter far scendere in campo anche il tanto desiderato centrocampista del Wolfsburg Perisic.

Tutta la prima giornata - Sempre domenica alle 20.45 i giocheranno Sassuolo- Napoli (i partenopei si affidano al tridente Higuain, Mertens e Insigne), Palermo-Genoa, Sampdoria-Carpi (occhio all'esordio di Cassano ancora una volta in blucerchiato), Empoli-Chievo, Palermo-Genoa e Frosinone-Torino. Non resta quindi che preparare i riti scaramantici e tirare fuori ancora una volta bandiere e striscioni.

di Federica Scano 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog