Cerca

Calcio

Ultimi in classifica, l'allenatore li condanna ai lavori forzati

Ultimi in classifica, l'allenatore decide di punire la squadra

Non vincono, e l'allenatore li punisce. Radomir Korytar, allenatore della squadra ceca di prima divisione Banik Ostrava in Repubblica Ceca, non ce la faceva più a veder perdere i suoi giocatori. E non tollerava più quell'unico punto raccolto dopo cinque gare di campionato. Così, dopo l'ennessima sconfitta con tanto di 4 goal subiti, si è inventato una punizione esemplare: tutti ai lavori forzati. Ogni mattina alle 6.45 i ragazzi dovranno presentarsi con zappe e rastrelli nel campo dove si allenano e sistemare tutto il centro sportivo che lo circonda. Diverse le reazioni dei giocatori. C'è chi è contento e chi invece già si lamenta per i dolori alle braccia. Ma, volenti o nolenti, "la punizione andrà avanti fino a venerdì", assicura il tecnico che aggiunge:"Spero che gli serva per capire che vita agiata fanno grazie al fatto di fare i calciatori". Per una volta la frase "andate a lavorare" che i tifosi urlano dietro ai perdenti è stata recepita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    03 Settembre 2015 - 18:06

    Ci vorrebbe anche da noi altro che strapagarli e coccolarli ci manderei la il testa di legno balotelli a raddrizzargli la schiena

    Report

    Rispondi

blog