Cerca

Linea rovente

Milan, Silvio Berlusconi telefona a Sinisa Mihajlovic: fiducia per ora confermata

Sinisa Mihajlovic e Silvio Berlusconi

La batosta col Napoli pesa, eccome. Una sconfitta che brucia, soprattutto per Silvio Berlusconi, che ha manifestato la sua delusione, poi confermata anche da Matteo Salvini, che domenica sera ha visto ad Arcore la partita insieme al Cavaliere. Quattro "pappine" che hanno scatenato le indiscrezioni: Sinisa Mihajlovic è già al capolinea? Un'ipotesi rilanciata anche da indiscrezioni di stampa, secondo le quali Berlusconi e Salvini avrebbero "convenuto" sulla necessità di cambiare (di già) allenatore. E che Sinisa rischiasse, in qualche modo, lo faceva intendere anche il silenzio della società: neppure una frase pubblica in sua difesa. Eppure, rivela ora la Gazzetta dello Sport, Berlusconi e Mihajlovic, poche ore fa, hanno avuto un colloquio telefonico.

Fiducia confermata - Il tutto è accaduto lunedì: Sinisa prima ha sentito Adriano Galliani, poi il Cavaliere. Tutto normale, perché i colloqui sono di routine, eppure la società avrebbe confermato la fiducia nel mister. Sinisa, insomma, resiste, saldo in sella ai rossoneri. Berlusconi e Galliani, infatti, gli riconoscono l'attenuante di un calendario difficilissimo: quattro sconfitte nelle prime sette giornate, tre delle quali con Fiorentina, Napoli e Inter. Mihajlovic, ora, può tirare il fiato, almeno per un po'. Dopo due giorni trascorsi a Roma in famiglia, si ripresenta a Milanello senza l'incubo di un esonero incombente. Il mister, inoltre, gode anche della fiducia dei tifosi, che piuttosto puntano il dito contro Galliani e la società. Certo, il credito che la società offre a Sinisa non è incondizionato: l'allenatore è il primo a sapere che già il match contro il Torino, dopo la sosta per la nazionale, potrebbe rivelarsi un crocevia decisivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    07 Ottobre 2015 - 08:08

    Povero Silvio...gli vanno tutte storte!!!! Che goduria...... pagliaccio !!

    Report

    Rispondi

  • grazialofo

    07 Ottobre 2015 - 03:03

    Sinisa non mi è simpatico, ma Berlusconi dovrebbe esonerare mezza squadra. I vari Honda, Mexses, Zapata, De Jong, Montolivo, Alex, Menez, Cerci, Suso, Josè Mauri, dovrebbero essere esonerati, cioè venduti. Berlusconi, invece, dovrebbe esonerare, subito, Galliani per aver tenuto questa gente e per avere venduto El Sha, Saponara, Pazzini. Bacca e Adriano troppo cari, così pure come Romagnoli e Bert

    Report

    Rispondi

blog