Cerca

Spalle al muro

Milan, Sinisa Mihajlovic e la rottura con Adriano Galliani: tutta colpa del "patto del pesce"

Sinisa Mihajlovic e Adriano Galliani

Tre vittorie consecutive, poi il (brutto) pari con l'Atalanta. E subito fioccano le voci sul possibile (prossimo?) esonero di Sinisa Mihajlovic, per il quale la proverbiale ultima spiaggia sarebbe la partita con la Juventus, che si giocherà dopo la pausa per la nazionale. Insomma, il destino del tecnico serbo sarebbe quasi segnato: è solo contro tutti. Possibile, dopo l'unica finestra positiva della stagione? Sì, possibile. Il suo "caratterino" gli ha remato contro: non ha litigato soltanto con Diego Lopez, ma anche con altri giocatori. Il presidente, Silvio Berlusconi, da tempo nutre qualche "sospetto" e dopo la partita con l'Atalanta ha picchiato duro.

Ma non è tutto. Già, perché anche con Adriano Galliani i rapporti sarebbero compromessi. L'ad, nel dettaglio, non gli avrebbe perdonato un paio di cose. La prima, le dure dichiarazioni su Honda, non autorizzate dall'ad. Poi la seconda, e ben più pesante: la cena organizzata da Mihajlovic la scorsa settimana. Galliani ne era venuto a conoscenza soltanto a cose fatte, e non ha approvato per nulla il comportamento del tecnico, anche per questioni di immagine. A quella cena hanno preso parte 70 tra giocatori, staff tecnico e impiegati del Milan. Una cena "per far gruppo", offerta da Sinisa. Ma nel "gruppo", Galliani non era compreso.

Insomma, anche tra l'ad (tornato ad essere molto potente in società) e il mister sarebbe calato il gelo. Galliani, ora, non è più disposto a coprire le spalle a Mihajlovic, così come aveva fatto a inizio stagione, quando lo difese dalle critiche di Berlusconi, che non ne ha mai gradito né il gioco, né le tattiche, né le idee. La situazione, insomma, sarebbe precipitata. Secondo le indiscrezioni, Mihajlovic, ad oggi, sarebbe ancora "in sella" al Milan per una sola ragione: quella economica. La società non ha intenzione di continuare a pagarlo prima di liberarsi di uno dei mister ancora a libro paga, Clarence Seedorf e Filippo Inzaghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    23 Novembre 2015 - 21:09

    Il caro dott. Galliani, invece di riprendere Honda per le sue dichiarazioni rilasciate in Giappone se la prende con l'allenatore? Ma se ogni volta che Honda gioca la squadra va al rallentatore? È penoso. Il mercato chi lo fa? Sinica? Sono anni che si buttano i soldi per giocatori scarsi. Quest'anno si sono spesi soldi, ma non dove serviva. In ultima analisi, Sinica, chi l'ha scelto??

    Report

    Rispondi

  • marcopa

    13 Novembre 2015 - 05:05

    ma del tailandese si hanno notizie???

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    13 Novembre 2015 - 00:12

    un Milan conciato come Forza Italia , nel caos , grazie a un Berlusconi ormai fuori giri...cosa pensava che Mihajilovis fosse uno di Pubblitalia ?

    Report

    Rispondi

blog