Cerca

Europa League

Napoli sbriga la pratica Legia Varsavia: 5-2 e show al San Paolo

Napoli sbriga la pratica Legia Varsavia: 5-2 e show al San Paolo

Sei vittorie in sei partite. Il Napoli chiude a punteggio pieno il gruppo D di Europa League grazie al successo per 5-2 sul Legia Varsavia, battuto grazie alle reti di Chalobah e Insigne nel primo tempo e di Callejone Mertens, autore di una doppietta, nella ripresa. La squadra partenopea onora al meglio l’impegno, così come ha fatto due settimane fa a Bruges, malgrado avesse già blindato il primo posto nel girone. Lunedì a Nyon conoscerà l’avversaria da affrontare a febbraio nei sedicesimi di finale. Tutto facile per gli azzurri allo stadio San Paolo, nonostante Sarri faccia riposare qualsi tutti i titolari in vista del big match contro
la Roma di domenica prossima. Dopo 19’ Mertens pesca David Lopez al limite dell’area, lo spagnolo batte a rete, Pazdan tocca il pallone e il tiro termina sulla traversa. Poco dopo la mezz’ora Chalobah porta in vantaggio il Napoli. Il giocatore in prestito dal Chelsea riceve palla da El Kaddouri supera Lewczuk con un delizioso tunnel prima di spedire il pallone sotto la traversa battendo Kuciak in uscita. Prima della fine del tempo Insigne firma il raddoppio, sfruttando un ingenuo retropassaggio di Jodlowiec, che lo libera davanti alla porta, e superando agevolmente il portiere polacco in uscita.

Al 12’ della ripresa Callejon, entrato da poco al posto di Insigne, firma il tris realizzando il quinto gol personale in questa edizione di Europa League. Lo spagnolo sfrutta al meglio un cross dalla destra di Mertens battendo Kuciak da due passi. Cinque minuti dopo arriva la prima rete per i polacchi con una conclusione al volo di Vranjes servito da Prijovic. Al 20’ Mertens serve il poker con
un destro da fuori area che si insacca dopo aver battuto sul palo interno. Poco prima della mezz’ora grandissima giocata di Mertens che si accentra da destra in dribbling, portandosi dietro Broz e mettendo a sedere Lewczuk per scavalcare Kuciak con un colpo sotto, la difesa polacca salva sulla linea, la palla arriva a Callejon che calcia a botta sicura e spedisce sul palo. Al 45’ Mertens realizza la doppietta personale con un gran destro dal limite dell’area che si infila sotto il sette e in pieno recupero il Legia rende meno pesante il passivo con un colpo di testa di Prijovic che batte Gabriel di testa. Nell’altro match del girone i danesi del Midtjylland hanno pareggiato  1-1 contro i belgi del Bruges qualificandosi ai sedicesimi da seconda forza del gruppo D.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alfa553

    10 Dicembre 2015 - 23:11

    Si esaltano come avessero battuto il barcellona o il madrid.......poveri miseri e ridicoli.

    Report

    Rispondi

    • VICOVASTO

      11 Dicembre 2015 - 08:08

      Risposta dettata da livore e invidia, con una vena di razzismo, sicuramente un ritratto eloquente di chi scrive baggianate simili,

      Report

      Rispondi

blog