Cerca

Rossonera scatenata

Milan, Barbara Berlusconi demolisce papà Silvio e Adriano Galliani con una sola frase

Milan, Barbara Berlusconi demolisce papà Silvio e Adriano Galliani con una sola frase

"Non condivido alcune politiche della Lega Calcio negli ultimi 15 anni, non si sta valorizzando il potenziale del nostro sport. Purtroppo calcio e sport non sono considerati dalla politica centrale". In queste poche parole, forse senza pensarci, Barbara Berlusconi ha menato colpi durissimi al papà Silvio e al vicepresidente del Milan Adriano Galliani, con cui negli ultimi 2 anni non è mai corso buon sangue. 

Critica durissima - Arrivata a Milanello per la consegna dei doni natalizi per gli sponsor, l'ad rossonera nonché figlia del presidente si è lasciata andare a qualche commento sportivo che mette sul chi-va-là mister Sinisa Mihajlovic ("Non possiamo permetterci di rimanere ancora fuori dall'Europa o dalla Champions League. Complimenti a Filippo Galli per il settore giovanile. Io sono fiduciosa sulla squadra. Certo, piange il cuore a ogni risultato non positivo") ma soprattutto ha stroncato in un colpo la storica dirigenza milanista, in sella da 30 anni e soprattutto ai vertici di calcio e politica italiane. Criticare i governi che hanno ignorato il pallone, infatti, significa dare colpe anche a Silvio Berlusconi, premier dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2011. Dire che la Lega non ha fatto il bene di questo sport equivale a gettare la croce anche su Galliani, che della Lega è stato presidente ed è ancora uno dei leader. Con tanti saluti a chi, dopo il flop del nuovo stadio del Portello, pensava che "Barbarina" si sarebbe ritirata in buon'ordine, ad occuparsi solo di marketing.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog