Cerca

Strage di vip

Torna la maledizione di Ramsey: segna contro il Sunderland e muore David Bowie

Torna la maledizione di Ramsey: segna contro il Sunderland e muore David Bowie

Il maestro Pirandello insegna: Aaron Ramsey lo iettatore, come Rosario Chiarchiaro ne «’A patenti», commedia del 1917. Il protagonista pirandelliano aveva «l’aspetto del barbagianni», e in mano reggeva «una canna d’India col manico di corno» con cui si presentò in tribunale per convincere il giudice D’Andrea che lui sì, effettivamente portava iella, per poter scrivere sul biglietto da visita «di professione jettatore», e così farsi pagare una tassa anti-iella dai superstiziosi. Il Ramsey dei nostri giorni porta sfiga in altre vesti e sceglie con cura le vittime: i vips, quelli famosi, insomma. Aaron è il menagramo d’Arsenal vestito, segna lui e qualche personaggione muore. In principio fu Bin Laden, poi Steve Jobs e Gheddafi. Nel 2012 la sentenza ha colpito Whitney Houston. L’anno dopo Ramsey segna a raffica e fa una strage: prima il sanguinario dittatore Jorge Videla, poi l’attore Paul Walker, fino al collega Robin Williams.

Ramsey sabato ha segnato nel 3-1 dell’Arsenal al Sunderland in FA Cup, e i famosi via a toccarsi gli attributi. Stavolta la maledizione ha colpito David Bowie, leggenda del rock. Scherzi a parte, riposa in pace «Duca Bianco», la maledizione Ramsey è solo una dannata e macabra coincidenza, questo è chiaro, ma ormai la maschera pirandelliana è incollata sulla faccia del gallese. La morale è presto tratta: se il mondo ti vede iettatore accettalo, così da trarne un vantaggio. Il buon Ramsey, quindi, se ne frega e vuol fare stragi, di gol. L’Arsenal gongola, e ambisce al titolo in Premier. Magari ci rimette qualche tifoso vip, poco male.

di Claudio Savelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Airone2000

    18 Novembre 2016 - 09:09

    Ma quante stronzate! La drammatica novella pirandelliana, dove narra che il povero Chiarchiaro, rovinato dalle sciocche maldicenze dei suoi paesani, per sopravvivere fu costretto a chiedere la patente dello jettatore al giudice, dovrebbe essere d'insegnamento a molti imbecilli. Purtroppo ancora oggi ci sono idioti, che non potendo competere con l'intelligenza, usano questi squallidi sotterfugi.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    12 Gennaio 2016 - 19:07

    Òspio! E come mai gli Italiani non cadono mai sotto la maledizione Ramsey? E sì che i candidati non mancherebbero, ci sarebbe solo l'imbarazzo della scelta, fra ex presidenti, presidenti e futuri presidenti... Vuoi vedere che il cornetto napoletano funziona anche con la maledizione Ramsey? Ahahah.

    Report

    Rispondi

blog